Comunità Montana. Piano Forestale 2010

di Antonio Caporaso

per Il Sannio Quotidiano.

C’è una Comunità Montana del Taburno che protesta e una Comunità Montana del Taburno che, invece, fa finta di nulla e opera nella totale libertà. Con i dipendenti forestali pronti a ritornare sulle barricate e far scattare il dissenso per i mancati stipendi e per la decisione, intrapresa dai vertici politici di procedere, in tempi brevi, all’assunzione coatta di trenta nuove unità lavorative, l’ente di piazza Mercato si appresta a vivere il suo ennesimo periodo di marasma generale. Con delibera di giunta esecutiva, avutasi data 31 maggio 2010 si porta a conoscenza della scelta, espressa dal governo montano, di attivarsi nel diramare le nuove direttive di riorganizzazione del Piano Forestale 2010. A renderlo noto è il segretario generale Gennaro Pezone. La riunione della Giunta Esecutiva, di cui fanno: l’ex sindaco di Moiano, oggi consigliere di maggioranza dell’amministrazione Di Palma, Libero Maria Sarchioto, in qualità di presidente; Raffaele Scarinzi, vicepresidente dell’ente di Frasso Telesino e vicesindaco di Vitulano; Luciano Iannotta, assessore e delegato presso l’istituzione montana del comune di Sant’Agata de’ Goti”. “La Giunta esecutiva –fa sapere Gennaro Pezone- ha deliberato di esprimere ed emanare la direttiva in premessa motivata ed esposta, con mandato ai competenti responsabili; di presentare la proposta di riorganizzazione delle squadre per i cantieri forestali in funzione di una migliore efficacia ed efficienza delle medesime con riferimento al nuovo Piano Forestale 2010 già approvato”. Una scelta rafforzata dalle attuali disposizioni e dalla situazione politica ancora in fase di riorganizzazione dopo il cambio della guardia avvenuto alla Regione Campania con la vittoria del centro-destra. Infatti specifica Pezone: “La decisione è stata presa considerando dei determinati fattori. Premesso che la Regione Campania è in fase di riassetto tecnico e finanziario degli interventi di bonifica montana; considerato che la Comunità Montana del Taburno dopo una lunga fase di commissariamento e dopo mutamenti nelle strutture dirigenziali deve, a breve termine, adeguarsi alle regole di Trasparenza e Performance introdotte dalla legge 150/09 e che, per effetto di tali novità normative, se da un lato sono accresciute le responsabilità dei dirigenti, sono di pari passo più stringenti le responsabilità dei dipendenti, anche richiedendosi rinnovati rapporti di fiducia tramite le strutture intermedie (ad esempio capi-squadra), la cui nomina deve essere quantomeno rinnovata in relazione ai mutamenti soggettivi dei dirigenti ovvero con annuale cadenza oggettiva, in modo da rapportarle ai singoli piani stralcio”. Ma il nuovo corso adottato dall’Ente difficilmente soddisferà i dipendenti che intanto proseguono nel muro contro muro. I dipendenti forestali, forti del sostegno politico registrato in quest’ultimo fine settimana, proseguono l’interminabile braccio di ferro e si dicono pronti a nuove azioni di protesta. Se “sacco vuoto non sta in piedi” allora imminenti i prossimi atti. Protesta formale e civile a Napoli e volontà di incontrare il governatore della Campania Caldoro. Confermano gli operai: “La voglia di regalare le nostre prestazioni in maniera gratuita non esiste più. Siamo stanchi e ci sentiamo presi in giro. La cosa che maggiormente ci ha mortificato è questa scelta di assumere trenta nuove unità lavorative. E’ uno schiaffo in faccia al nostro orgoglio e alla nostra disponibilità”.

Annunci

One thought on “Comunità Montana. Piano Forestale 2010

  1. I dipendenti della forestale in esubero potrebbero essere impiegati per mettere in sicurezza,alle dipendenze di tecnici specializzati,molte zone a rischio idrogeologico,impiegando dei blocchi di cemento,di forme e misure opportune,ricavati da un sistema di smaltimento dei r.s.u. brevettato,nei quali sono incorporati i rifiuti.Il lavoro risulterebbe economico perchè si risparmierebbero i costi delle discariche e degli inceneritori,che sono pure inquinanti. Posso dare descrizione dattagliata del sistema in argomento a chi ne sia seriamente interessato.
    Genova – aldocannavo@fastwebmail.it

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...