Continua a tenere banco la questione rifiuti sul Taburno

di Antonio Caporaso

per Il Sannio Quotidiano.

La questione gestione dei rifiuti sul Monte Taburno e nell’intero perimetro dell’area Parco, è diventata, ormai, un caso. Dopo l’analisi della situazione che ha messo al palo il “Piano Papa”, intervengono, oltre i cittadini e i titolari di aziende agrituristiche presenti nel comprensorio, anche i Volontari della Protezione Civile. Secondo questi ultimi, che chiedono chiarezza e tempi brevi per risolvere la situazione, “…non è possibile che una ordinaria faccenda diventi, con l’avvento della stagione estiva, un fatto di emergenza che faccia scattare poi momenti di crisi”. Come si capisce, ma d’altronde la cosa era per molti versi palese e lampante, si sta innescando, nel territorio dell’area protetta, un vero e proprio focolaio pronto ad innescare reazioni verso gli enti preposti, se, nel tempo breve, non si metta il punto fine alla questione più incresciosa che attanaglia da sempre il massiccio del Taburno, la problematica legata ai rifiuti. Così come per il problema Hotel Taburno, anche sulla questione dei rifiuti , le nostre attenzioni sono state riposte verso i cittadini e verso gli imprenditori di settore, che dall’area protetta, grazie alle aziende agrituristiche, trovano profitto e capacità di sostentamento per le proprie famiglie. “La crisi del settore è già forte, dobbiamo fare i conti con la pressione fiscale e con altri problemi legati alle nostra attività, aggiungere a questo che mortifica il territorio e di conseguenza frena le nostre aspirazioni, risulta essere un fatto grave”. In definitiva gli imprenditori del settore agrituristico denunciano lo stato di abbandono in cui imperversa l’area protetta: “Noi non vogliamo parlare di politica, noi vogliamo discutere di fatti concreti. Non vogliamo puntare il dito ne contro le amministrazioni comunali, ne contro il Parco del Taburno-Camposauro, tantomeno contro Provincia di Benevento e Comunità Montana del Taburno. Noi vogliamo vedere solo risolto il problema. Ormai ci siamo imparati la solita giustificazione dell’amministratore di turno che alle nostre domande risponde che non ha responsabilità dirette; a questo punto ci rivolgiamo a tutti gli interessati. Se si vuole realmente creare un presupposto di sviluppo si deve risolvere innanzitutto la questione legata ai rifiuti”. Si affonda nella critica: “Parlare di bellezze paesaggistiche e riserve naturali non serve, è fondamentalmente inutile se alla fine il territorio è inquinato da cumuli di rifiuti. Il Taburno è ormai diventato un ricettacolo di rifiuti di ogni genere. Chi deve promuovere il territorio dell’area parco ci invita a organizzare escursioni lungo i sentire; tutto questo a che serve se poi addentrandoci nei boschi si trovano discariche a cielo aperto, non solo di rifiuti provocati da pic-nic. A questo punto dobbiamo organizzare le escursioni per promuovere questo, per far scappare quei pochi turisti che ancora si sentono legati alla nostra montagna?!”. Insomma, come si è capito sia i cittadini, che i volontari della protezione civile, ma anche gli imprenditori chiedono fatti concreti. Settembre risulta essere troppo lontano ed un’altra estate in questa incertezza nessuno la vuole trascorrere.

Annunci

One thought on “Continua a tenere banco la questione rifiuti sul Taburno

  1. Esiste un nuovo sistema brevettato di smaltimento dei r.s.u.,che li incorpora in blocchi di cemento che si possono fare con forme e misure variabili secondo la necessità. Il nuovo sistema ha il vantaggio di essere semplice,economico, non inquinante e di permettere l’impiego dei blocchi ricavati in molte applicazioni,fra le quali ritengo importante la messa in sicurezza,in modo semplice ed economico,di molti siti a rischio idrogeologico. Darò spiegazioni dettagliate in merito a quanto sopra a chi ne sia seriamente interessato.
    Genova – aldocannavo@fastwebmail.it

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...