Hercules e l’Odissea, musical che traducono un progetto di Scuole Aperte

di Gabriele Pastore

per Il Sannio Quotidiano.

Parole in danza concludono le manifestazioni del progetto Scuole Aperte per l’anno scolastico 2009/10. Il laboratorio di danza educativa progettato nell’ambito del progetto Scuole Aperte si è posto come un’attività di sperimentazione corporea caratterizzata per l’approccio esplorativo e analitico della danza e del movimento. Attraverso la danza l’allievo impara a conoscere il proprio corpo e ad usare il movimento come mezzo di comunicazione con gli altri. La parola viene intesa sia dal punto di vista semantico che sonoro e grafico e la danza come libera espressione motoria ma anche come cosciente forma di composizione e invenzione del movimento. L’esercizio continuo e il connubio di parola e movimento si è concretizzato nell’allestimento di due musical avente come tematica il mito nel mondo greco. La scelta è stata determinata dalla volontà di applicare l’attività laboratoriale ai contenuti curricolari. Si è voluto così rispondere agli obiettivi attesi dalla realizzazione dei laboratori di applicazione dei moduli previsti dal progetto Scuole Aperte: sviluppare competenze linguistiche nella produzione di testi e di performance capaci di documentare e comunicare efficacemente il lavoro svolto. D’altro canto si voleva dimostrare che la metodologia della scuola laboratorio e i percorsi progettuali possono essere trasferiti nelle attività curricolari con l’applicazione di nuove metodologie operative. In quest’ottica, soprattutto nella seconda parte del laboratorio c’è stata una interazione tra l’esperta esterna del laboratorio di danza, Marilena Mastrocinque, e le docenti di classe, Maria Pastore e Rillo Rosaria. I corsisti presenteranno stasera due musical: Hercules e l’Odissea affidando all’espressività corporea la trasmissione di contenuti e concetti appresi. Si concludono con questa performance le manifestazioni conclusive del progetto Scuole Aperte. Rimane naturalmente l’attesa per la festa del Grano, quando vedremo sfilare il carro preparato dal laboratorio “Arte della paglia”. Si sa che nel momento del gemellaggio con l’Abruzzo dal gruppo di Scuole Aperte è stato scelto come monumento la Chiesa di Santa Maria del Suffragio o delle Anime Sante. Ricordiamo che il gruppo del laboratorio “Arte della paglia” ha già prodotto per la prima parte dell’anno scolastico un artistico presepe che si può ammirare nella sede della Pro Loco e che la coordinatrice Zampelli sta raccogliendo il materiale per documentare tutta l’attività del laboratorio dall’inizio del progetto Scuole Aperte. Un bilancio altamente positivo è stato tracciato ieri sera dal Gruppo di coordinamento riunitosi nell’aula dei docenti dell’istituto secondario dell’IC di Foglianise di tutta l’attività realizzata. Erano presenti tutti i partner del progetto: i dirigenti scolastici delle due scuole coinvolte, IC e Liceo Scientifico, l’assessore alla cultura in rappresentanza del comune di Foglianise Teresa Mangialetto; la presidente della Pro Loco Antonietta Raiola; il rappresentante dell’associazione ATE; Brunella Severino in rappresentanza del Centro Servizi Volontariato di Benevento; Tommaso Molinaro per l’associazione Combattenti e Reduci; Antonio Carmine Altavilla in rappresentanza dell’associazione “Il bambino incompreso”; il rappresentante della parrocchia Don Nicola Della Pietra; i rappresentanti della Condotta Slow Food Taburno Erasmo Timoteo e Gaetano Palombo; Antonio Visconte per il Gruppo Folk Fortuna Folianensis. Ha presieduto il gruppo il rappresentante della Regione Campania dott. Esposito incaricato di rilevare e valutare i risultati conseguiti sulla base della documentazione raccolta. La coordinatrice del progetto, Maria Antonietta Zampelli, ha fornito ampia documentazione cartacea e multimediale di tutta l’intensa attività realizzatasi nel corso dell’anno e concretizzatasi poi per ogni manifestazione in performance teatrali, produzione di elaborati, produzione di cd. Naturalmente nei prossimi giorni tutta questa documentazione sarà sintetizzata in un report finale da diffondere su tutto il territorio, sia come documentazione di informazione, sia per raccogliere nuove adesioni per la prossima annualità. Il progetto Scuole Aperte aveva validità biennale, per cui dovrebbe essere riproposto almeno nelle linee essenziali come quello di quest’anno, ma certamente essendo aperto al territorio e alle esigenze rilevate si pensa che possa essere integrato e rivisitato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...