Primi interventi alla provinciale vitulanese e subito le critiche

di Antonio Caporaso

per Il Sannio Quotidiano.

Sono iniziati i lavori sull’arteria stradale che attraversa il comprensorio della Valle Vitulanese. L’intervento, che ha avuto inizio qualche mese fa, però deve fare i conti con il malcontento generale che si respira nei paesi dell’area vitulanese. Annunciato con una faraonica manifestazione e con tanto di banchetto, convegno e posa della prima pietra, il riassetto della strada Provinciale Vitulanese si è scoperto essere non un vero è proprio intervento massiccio attuato allo scopo di ammodernare l’intero tratto viario e renderlo confortevole alle esigenze dei cittadini e dei tantissimi automobilisti che quotidianamente lo percorrono in massa. Compiendo un nostro vero e proprio monitoraggio sul territorio, raccogliendo le istanze e le considerazioni dei cittadini del comprensorio, e constatando lo stato di avanzamento dei lavori, effettivamente il pensiero dei cittadini non può che essere sposato pienamente. Qualcuno, accompagnandoci lungo l’arteria, in prossimità dei cantieri ci ha fatto notare una situazione alquanto singolare e molto deludente. Per rifare, in alcuni punti, le zanelle stradali utili per lo scolo delle acque fluviali, si è andata a restringere la già esigua carreggiata, con l’esito unico di aver rimpicciolito la strada. Tutto ciò a dimostrare la volontà di rendere maggiormente fruibili l’unica arteria viaria che attraversando il comprensorio della Valle Vitulanese rende collegabile il territorio con le realtà contigue della Valle Telesina e della Valle Caudina. Quello che chiedevano i cittadini e che avevano echeggiato in sedi istituzionali i sindaci del comprensorio, primo fra tutti Antonio Orlacchio, primo cittadino di Cautano, era una sola e unica soluzione: avviare un riassetto totale partendo dal tracciato, quindi un allargamento della stessa strada. Oggi invece tutto si è fatto fuorché quello che realmente serviva, a discapito sempre delle esigenze dei cittadini. Oggi il territorio della Valle Vitulanese si trova costretto a fare i conti con un interventi, sperato da decenni, e che non rispecchia la vera utilità. Innanzi tutto perché non si tratta effettivamente di un riassetto, ma solo di un ripristino in alcuni punti di un tracciato vecchio di cinquant’anni, in secondo luogo perché si andrà addirittura a restringere la strada. Ancora una volta i cittadini dei comprensorio hanno la sensazione di sentirsi penalizzati da un’amministrazione provinciale che proclamando un intervento, in verità non ha fatto null’altro che mettere mano nei punti più critici, quelli cioè dove la strada era letteralmente scomparsa perché divorata dalle frane. A questo punto le dichiarazioni di Antonio Orlacchio restano di grandissima attualità: “Non ci dimentichiamo che oggi la strada provinciale Vitulanese è percorsa solo in pochi tratti, per lo più gli automobilisti preferiscono deviazioni comunali o intercomunali che non possono rispecchiare le esigenze del grande traffico, soprattutto quello degli scambi commerciali. Ecco perché l’intervento utile resta uno solo: riassettare l’intero tracciato e metterlo al passo con i tempi”.

Annunci

One thought on “Primi interventi alla provinciale vitulanese e subito le critiche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...