Programma ufficiale della Festa del Grano, si inizia il 26 luglio

di Gabriele Pastore

per Il Sannio Quotidiano.

Programma ufficiale della Festa del Grano 2010. Foglianise si prepara a vivere quella che si prospetta come una delle edizioni più caratteristiche della storia della Festa. Una pagina fatta di gemellaggi culturali importanti con due terre “sorelle”, Abruzzo e Molise, ma anche di personaggi di notevole prestigio come Massimo Ranieri che sicuramente sarà inserita negli annali comunali. Calendario alla mano, il sindaco Mastrocinque fa presente che i festeggiamenti si apriranno quest’anno con largo anticipo. Infatti, il 26 luglio ci sarà la presentazione dei carri con l’esibizione della Banda Musicale della Polizia Penitenziaria diretta dal Maestro Marcello Faustini, con la deposizione della Corona d’alloro al Monumento dei Caduti. Prevista la presenza delle più importanti autorità civili e militari, territoriali e provinciali, nonché del presidente del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, Franco Ionta. Sabato 7 agosto, poi, alle ore 19 sarà amministrato, nella parrocchia di San Ciriaco, il sacramento della Cresima da parte di S. Ecc. Mons. Andrea Mugione. In serata alle ore 21, spettacolo di blues in piazza S. Anna con “Gennaro Porcelli and the Highway 61” offerto dalla Pro Loco di Foglianise. Si tratta dell’attuale chitarrista di Edoardo Bennato. La Festa proseguirà poi, come da tradizione, l’otto agosto, giorno di festa del protettore San Ciriaco. In mattinata sono previste celebrazioni come nei giorni festivi e nel pomeriggio alle ore 18 avrà luogo la processione per le strade del paese fino alla Cappella di San Rocco, dove è prevista la Santa Messa e l’inizio del Settenario in onore di San Rocco. Chiuderà la giornata una rassegna teatrale della scuola dell’infanzia e primaria dell’Istituto Comprensivo di Foglianise nella centrale piazza Santa Maria. Il nove agosto, ci sarà l’esibizione della Banda della Nato con l’immancabile omaggio al monumento dei Caduti; in questo contesto la Pro Loco intitolerà la sede al prof. Ugo Pedicini, fondatore dell’associazione. Il giorno dieci, sarà ricordato il centenario dell’ordinazione sacerdotale di San Pio da Pietrelcina con una celebrazione eucaristica presso il monumento dedicato al frate cappuccino nella contrada Utile. A seguire balli di gruppo alle ore 21. Il dodici, invece, ci sarà in piazza Santa Maria la festa dei ragazzi con gonfiabili, giocolieri, mago, parco gioco itinerante a cura di House of Mouse offerto dalla Pro Loco di Foglianise. Alle ore 20 del dodici agosto performance in piazza, della scuola di ballo “Sannio Star Dancing 2” di Vitulano e alle ore 21 del tredici l’associazione culturale HT presenterà “Cinematto” commedia all’italiana in musica. Torna, poi, il quattordici agosto il raduno sfilata di auto e moto d’epoca a cura della Pro Loco di Foglianise; in serata, alle ore 21, esibizione della scuola di danza “Pas Jolis” di Marilena Mastrocinque. A ferragosto la giornata si aprirà alle ore 7 con fiera in piazza Mercato e alle ore 17 Santa Messa dell’Assunta al Cimitero Comunale. Chiusura di giornata alle ore 21 con una serata interamente all’insegna del Folklore in piazza. Il giorno atteso, il 16 agosto, vedrà i caratteristici carri di grano sfilare per le arterie più importanti del borgo con omaggio alle bellezze molisane ed abruzzesi. All’arrivo presso la Cappella di San Rocco benedizione dei carri alla presenza di alcuni rappresentanti delle regioni e province protagoniste. Confermata, a quanto pare, la presenza di Stefania Pezzopane, ex presidente della provincia de L’Aquila, famosa per il siparietto con Barack Obama nella sua visita alle zone terremotate. Alle 21.00 serata d’onore in piazza Santa Maria con ringraziamento e premiazione dei Maestri della Paglia e spettacolo con il trio comico “I Ditelo Voi” (Colorado, Italia 1). Il giorno diciassette assumerà un tono prevalentemente religioso con la Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Pompilio Cristino con canti eseguiti dalla “Schola Cantorum” diretta dal maestro Selene Pedicini. Alle ore 17,30 processione con il simulacro di San Rocco per le strade del paese; al termine Benedizione Eucaristica. Chiusura di serata affidata alla Banda “Città di Taranto” diretta dal maestro Giuseppe Carannante. Chiude il quadro dei festeggiamenti l’atteso concerto dell’artista Massimo Ranieri che, a distanza di 40 anni circa, torna ad entusiasmare il pubblico foglianesaro, e non solo. Per la sua performance sono attese moltissime presenze. Esibizione in programma alle ore 21 in piazza Mercato. Tre ore di musica, spettacolo ed emozioni che si coroneranno con una carrellata di fuochi pirotecnici. Dopo i successi degli anni precedenti, ricorda il sindaco, sarà attiva anche la diretta web dei festeggiamenti e l’esposizione, nei giorni 16, 17 e 18 agosto dei carri in Piazza Mercato.

Annunci

13 thoughts on “Programma ufficiale della Festa del Grano, si inizia il 26 luglio

  1. bellissimisisimisismissimisssimissimisismissmissisisiismisisismisisisimisisiismsisiiimsiiismsisimooooo!!!!!!!!!

    anzi

    stupendisisimisismissimisssimissimisismissmissisisiismisisismisisisimisisiismsisiiimsiiismissisimooooo!!!!!!!

    Mi piace

  2. Diamo il via alle opere di restauro del paese…dopo le maestose e giallastre rotonde ecco a voi signori e signore stupendi e imponenti dossi artificiali che danno quel tocco in più di falsità al paese!
    Complimenti a Lei Architetto Matarazzo…sta dando sfogo alla sua creatività!

    Mi piace

    • …EMBE’ STA PER ARRIVARE LA FESTA DEL 16 …EBISOGNA COME OGNI ANNO ESSERE ….FURBETTI !!!! PUR FAR …VEDERE QUALCOSA..!!! PENSATE CHE IL POPOLO SIA COSI’ FESSO????? DA NON CAPIRE??????

      ILLUSI!!!!!!!!!!!!!!!

      Mi piace

  3. Si il popolo di Foglianise è tanto fesso da non vedere da chi e come è amministrato. Adesso ci siamo dati ai dossi fra qualche giorno le striscie pedonali e la delimitazione dei parcheggi e pulizia delle strade.
    Per le cose serie niente.
    Guardate bene che il programma della festa non è scadente, ma scadentissimo, a cosa servono tante sere? Facciamone tre, ma fatte bene….

    Mi piace

  4. Dopo essere tornato a casa e aver visto di quanti bei dossi sta ornando il nostro paese il caro e amato comune foglianesaro, ho pensato di fare un giro sul web per vedere le caratteristiche e la normativa di riferimento per la costruzione dei dossi artificiali. A quanto pare Il Codice Strada (D.L 285/1992), all’Art. 3, (Definizioni), comma 41, definisce il dosso:

    “RACCORDO CONVESSO (dosso): raccordo tra due livellette contigue di diversa pendenza che si intersecano al di sopra della superficie stradale. Tratto di strada con andamento longitudinale convesso”

    L’intervento operato a Foglianise, che rialza il piano stradale di 15 cm con relative rampe di salita costituiscono una sagoma a trapezio al di sopra del piano stradale, è una variazione verticale della carreggiata con andamento longitudinale convesso, ossia un dosso, a cui è associato un passaggio pedonale.

    Dopo aver letto la normativa ho capito che:

    • la sua altezza massima deve essere di 7cm per evitare danni alle autovetture e ai motocicli, superando tale altezza si possono provocare anche perdite di aderenza con l’asfalto. (ps. il dosso davanti al cimitero è quello più pericoloso, al lato opposto del cimitero le auto basse toccano con il paraurti)…e non mi dite che il problema è delle auto, perché escono così dalla fabbrica il problema è a monte!

    • Questi dossi hanno bisogno di una specifica segnalazione sia acustica che visiva, ci dobbiamo aspettare altri pali di ferro, segnali e bande sonore su questo teatrino di scempi?

    • I dossi artificiali secondo le norme possono svolgere funzione di rallentamento per un elevato traffico urbano cosa che a Foglianise si vede solo i 3 giorni di vera festa del paese, ma così facendo siete capaci di crearlo il traffico perché giustamente nessuno ha voglia di rompere le proprie auto.

    • La funzione del dosso è anche quella di fungere da passaggio pedonale ma ragionando davanti a uno di esso, prendiamo il caso di quello poco prima della chiesa di San Rocco o quello poco prima dell’inizio di via roma, siete stati capaci di costruirli in coincidenze di muri e recinsioni nel primo caso e davanti alla soglia di un portone di una abitazione e all’inizio di un’antica scala nel secondo caso! Cioè veramente qui facciamo ridere i polli in questo paese!

    Bhè che dire non mi capitava di scrivere sul blog del paese ma davanti a questa spavalderia di voler fare, in qualità di cittadino ritengo che avete fatto un buco nell’acqua con queste costruzioni. Signor Sindaco controlli bene i progetti prima di dare l’ok al Suo architetto perché secondo me soffre di una voglia di costruire che non può sfogare sul suolo cittadino! Che si istalli sul suo pc SimCity potrà dare sfogo alla sua creatività edile come vuole!

    Sperando in qualcosa di migliore vi auguro buona notte!

    Mi piace

    • Tanto per farvi guardare un pò piu in alto!!
      Prima di tutto voglio premettere che sono di Foglianise quindi critico anche me stesso. Parlate tanto di rotonde, dossi, pulizia delle strade cunette e, tra un pò anche una rinfrescata della fontana a Sant’Anna! Non capisco perche nessuno abbia criticato o almeno commentato l’ ampliamento della strada che porta all’eremo di San Michele, con relativo restauro della chiesa per una modica cifra, come cita il cartellone, di euro 1.515.000,00 (piu o meno, non ricordo preciso)! Sta di fatto che un milione d’ euro buttato…che poi ieri vedevo che c’era anche una betoniera, (vi ricordo che Foglianise è il paese di cemento) e non manchera un po di asfalto non guasta nemmeno li, casomai hanno in riservo anche una rotonda e due dossi per rallentare il traffico!?!?
      Il problema è anche dovuto dalla nostra pigrizia.. invece di mettervi qui a scrivere e nascondervi, perche vedo che molti scrivono solo delle critiche! Farvi vedere in giro e parlare di persona, mostrare il vostro volto e dire cio che pensate e magari prendere possesso di questo comune?!?!?No?? Vi ricordo un ultima cosa, che nell’aministrazione comunale ci saranno poco meno di sei giovani, per il resto sono tutti ultra cinquantenni sottomessi da questo, ma anche precedente e fututo sindaco!!!
      Quindi se no vi stà bene come vengono spesi i soldi in questo comune, come viene organizzata la festa di San Rocco, fatevi sentire di più, ma non dietro questo blog o come anche Facebook dove si vedono critiche e commenti!!

      Buona giornata dalla piccola e brutta copia d’italia!!

      Mi piace

  5. mi sa proprio di si
    da lustri il paese si pulisce vengono fatte strisce, e segnali stradali, si taglia erba e puliscono cunette qualche pezzella di asfalto,solo ed esclusivamente nelle 2 settimane a cavallo di luglio ed agosto
    per il resto dell’anno il paese è uno schifo

    e i figlianesari sono contenti ,basta una lavatella di faccia per essere pigliati per fessi

    Mi piace

  6. il programma della festa è la fotocopia di quelli degli anni precedenti, è una delusione e profonda tristezza constatare che ci propinano cose già viste, cose noiose.che pizza!!!!!questa è foglianise !!!! per una come me che non va in vacanza e che aspetta le serate della festa per vedere qualcosa di nuovo…. che deve vedè? sempre le solite cose : saggi di danza. gruppo folk. ecc. comitato del cavolo!!!!!basta date spazio ad altre proposte. Basta guardarsi intorno e vedere che persino la contrada di ponterutto ha fatto una festa dignitosa. vergognatevi tutti e non offendete l’intelligenza umana

    Mi piace

  7. Ieri sera sul programma della festa era previsto il concerto della “banda musicale della Nato”, invece si è esibito un complesso di militari Nato
    Mi chiedo, ma l’illustre Signor sindaco quando ha scritto il programma sapeva di cosa si trattava veramente o ha fatto come quando fece venire i Nomadi?
    Successivamente è stata intitolata la pro Loco al prof. Ugo Pedicini con tanto di discorso del nostro Sindaco, che ha elogiato il defunto professore come grande organizzatore di eventi, come uomo lungimirante ed altri belli aggettivi.
    Ma perchè il prof. Ugo Pedicini fu “fatto fuori” dalla presidenza della Pro Loco se era tanto bravo? Ci fu forse la volontà politica di qualcuno?
    Quel qualcuno era G M?
    La pro loco negli anni settanta organizzava la “sagra del grano” fu forse GM a “pretendere di doverla organizzare lui con il “Comitato Festa San Rocco”?
    Il prof. Ugo Pedicini, presidente della pro loco, organizzo poi la “settimana Folkloristica”, bellissima manifestazione, anche quella eliminata dal suo successore…..
    Una parola la dedico anche ai familiari di Ugo Pedicini, forse ieri sera era il momento di fare un pò di luce su chi ha avversato l’opera di Ugo Pedicini per Foglianise…

    A proposito lo spettacolo dei ragazzi della scuola non era previsto nel programma, perchè è stato fatto? forse per raccogliere un pò di pubblico?
    Chi ha preparato quello spettacolo della scuola? Forse una figlia, sportiva e imprenditrice?
    .
    Facc

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...