I nuovi dossi artificiali. Lettera aperta al Sindaco

di Ragazzo del paese.

Dopo essere tornato a casa e aver visto di quanti bei dossi sta ornando il nostro paese il caro e amato comune foglianesaro, ho pensato di fare un giro sul web per vedere le caratteristiche e la normativa di riferimento per la costruzione dei dossi artificiali. A quanto pare Il Codice Strada (D.L 285/1992), all’Art. 3, (Definizioni), comma 41, definisce il dosso:

“RACCORDO CONVESSO (dosso): raccordo tra due livellette contigue di diversa pendenza che si intersecano al di sopra della superficie stradale. Tratto di strada con andamento longitudinale convesso”.

L’intervento operato a Foglianise, che rialza il piano stradale di 15 cm con relative rampe di salita costituiscono una sagoma a trapezio al di sopra del piano stradale, è una variazione verticale della carreggiata con andamento longitudinale convesso, ossia un dosso, a cui è associato un passaggio pedonale.
Dopo aver letto la normativa ho capito che:

  • la sua altezza massima deve essere di 7cm per evitare danni alle autovetture e ai motocicli, superando tale altezza si possono provocare anche perdite di aderenza con l’asfalto. (ps. il dosso davanti al cimitero è quello più pericoloso, al lato opposto del cimitero le auto basse toccano con il paraurti)…e non mi dite che il problema è delle auto, perché escono così dalla fabbrica il problema è a monte!

  • Questi dossi hanno bisogno di una specifica segnalazione sia acustica che visiva, ci dobbiamo aspettare altri pali di ferro, segnali e bande sonore su questo teatrino di scempi?

  • I dossi artificiali secondo le norme possono svolgere funzione di rallentamento per un elevato traffico urbano cosa che a Foglianise si vede solo i 3 giorni di vera festa del paese, ma così facendo siete capaci di crearlo il traffico perché giustamente nessuno ha voglia di rompere le proprie auto.

  • La funzione del dosso è anche quella di fungere da passaggio pedonale ma ragionando davanti a uno di esso, prendiamo il caso di quello poco prima della chiesa di San Rocco o quello poco prima dell’inizio di via roma, siete stati capaci di costruirli in coincidenze di muri e recinsioni nel primo caso e davanti alla soglia di un portone di una abitazione e all’inizio di un’antica scala nel secondo caso! Cioè veramente qui facciamo ridere i polli in questo paese!

Bhè che dire non mi capitava di scrivere sul blog del paese ma davanti a questa spavalderia di voler fare, in qualità di cittadino ritengo che avete fatto un buco nell’acqua con queste costruzioni. Signor Sindaco controlli bene i progetti prima di dare l’ok al Suo architetto perché secondo me soffre di una voglia di costruire che non può sfogare sul suolo cittadino! Che si istalli sul suo pc SimCity potrà dare sfogo alla sua creatività edile come vuole!
Sperando in qualcosa di migliore vi auguro buona giornata!

Annunci

25 thoughts on “I nuovi dossi artificiali. Lettera aperta al Sindaco

  1. NO TECNICO
    Le osservazioni in merito ai dossi –passaggio pedonale di “ragazzo di paese” sembrano avere un presupposto normativo, visto “che a quanto pare Il Codice Strada (D.L 285/1992), all’Art. 3, (Definizioni), comma 41, definisce il dosso: “RACCORDO CONVESSO (dosso): raccordo tra due livellette contigue di diversa pendenza che si intersecano al di sopra della superficie stradale. Tratto di strada con andamento longitudinale.””
    Non credo però che il caro “ragazzo di paese” abbia misurato effettivamente quei passaggi pedonali.
    Non credo che abbia pensato alla funzione di rallentamento che questi devono avere e mi pare logico il loro posizionamento in alcuni punti del paese.
    Non credo che non sappia quale sia la velocità massima da avere in un centro abitato
    Non credo che non veda a che velocità vengono attraversate le nostre strade.
    Non credo che non sappia che a quei dossi manca ancora la segnaletica.
    Non credo che non sappia che quei dossi sono di asfalto e vranno un assestamento fisiologico.
    Comunque non essendo un tecnico e non conoscendo l’intenzione e i progetti dell’Amministrazione Comunale non esprimo pareri in tal merito, devo però dire che per me vanno BENE E SONO EFFICACI ; comunque apprezzerei se “ragazzo di paese” non si celasse dietro un anonimato e consegnasse la lettera aperta direttamente al Sindaco, senza seguire le cattive abitudini in uso da qualcun altro che scrive al Sindaco sul Bolg il Figlianesaro ignorando che esiste una sede comunale istituzionale pretentendendo pure una risposta.
    A che io sappia, il Sindaco è sempre a disposizione e riceve i cittadini dando loro ascolto acettando consigli utili per cui abbandona quel vocabolo “spavalderia” e mostra il ragazzo di paese che sei ….. consegna la lettera al Sindaco e avrai sicuramente le risposte che cerchi e ti sentirai meno spavaldo più sicuro partecipando con i tuoi suggerimenti alla costruzione di in qualcosa di migliore.

    Mi piace

      • i dossi sono un rimedio efficace, ma non credi che prima di questa soluzione ardua e mastodontica si potevano intensificare i controlli delle forze dell’ordine? Dei vigili urbani? Vi ricordo che al nord i vigili operano facendo multe sui limiti di velocità o guida pericolosa!

        E poi chi ha manie di grandezza nel costruire opere pubbliche che lo faccia nelle sue proprietà!

        Mi piace

  2. voglio proprio vedere a S.Rocco (motivo per cui sono state messe in moto le ‘grandi opere’) come faranno i carri più grandi, quelli con le ‘facciate’ che ‘sfiorano’ l’asfalto per capirci, a passare su questi ‘trampolini’ e a fare manovra tra le magnifiche ‘rotatorie’ disegnate ‘ad occhio’….

    d’inverno invece, quando pioverà, poichè NON esistono cunette laterali per la raccolta delle acque sulle strade dove sono stati fatti, diventeranno vere e proprie ‘dighe’ con accumuli spropositati di acqua…allora si sarà bello bagnare le persone che attraversano o camminano a lato strada….

    che dire….complimenti!

    Mi piace

    • SONO 25 ANNI CHE GUIDO, DURANTE L A FESTA DI SAN ROCCO, UNO DEI CARRI GRANDI , PROPRIO QUELLI CON LE FACCIATE CHE SFIORANO L’ASFALTO E NON MI PREOCCUPANO NE I DOSSI NE LE ROTONDE.
      VORREI CAPIRE PER QUALE MOTIVO AD “ORO, INCENSO E BIRRA” GLI DUOLE LA TESTA PER UN PROBLEMA CHE NON TIENE… SARA’ L’INCENSO E LA BIRRA!!!….. VA BENE ALLORA.
      PER LE DIGHE POI, GUARDA BENE, CHE CI STANNO PURE LE CHIUSE……..
      …….. NON DICO ALTRO…. SONO PER SAN ROCCO E PORTERO’ IL CARRO MENTRE ALTRI COME TE CRITICONI E DISFATTISTI CHE NON APPREZZANO TUTTO CIO’ CHE SI FA CON BUON SENSO STARANNO A ORO INCENSO E TROPPA BIRRA.

      Mi piace

      • Bona collé!!
        Questi che parlano sono quelli che il 15 agosto vanno in montagna (invece di montare i carri) e la mattina del 16 scendono a mezzogiorno a sant’anna.
        Ah che fatica stare all’ombra a bere qualcosa di fresco… ma fanno questo sacrificio perchè loro sono attaccati alla tradizione….
        MA VAFA…………..

        Mi piace

  3. non sono elementi certo di abbellimento e di decoro il problema a monte non sono ne i dossi, ne come vengono messi ne come essi siano

    ma l’educazione che hanno i figlianesari
    il centro il limite è 30 km/h
    ben vengano pure le dighe e che si scassino tutte le auto del paese anche se porta a uno solo degli imbecilli a rallentare

    io invece ho notato che con le moto e motorini li si usano come trampolini per impennate,
    una cosa che si potrebbe fare è solo presegnalarli per evitare che il deficiente di turno nel prenderli a velocità possa farsi male e avere poi anche ragione

    non esiste educazione stradale

    vigili dove siete? non se ne può piu anche di un altro imperterrita nuova usanza, bloccare sant’Anna, il caos degli ubriaconi, la terra di nessuno, auto in tripla quadrupla ennupla fila,

    Mi piace

    • Ti do pienamente ragione il problema è a monte, è vero pochi di noi sa che il limite è basso nei centri urbani, speriamo solo che questi dossi oltre a scassare le auto inizino a far capire come si guida!

      Per il problema di sant’Anna sono daccordo con quello che dici perché è uno schifo vedere come quella gentaglia, perché altro non sono, se ne fregano delle regole e gli fanno male le “chiappe” di parcheggiare 100 metri più sopra dove c’è una piazza enorme!
      Ahhh ma non si devono meravigliare se poi troveranno delle multe!

      VIGILI DOVE SIETE?

      Mi piace

      • da come parli sei una/o che parcheggia come le altre pecore!

        “capra,capra,capra,capra,capra,capra,capra,capra,capra,capra,capra,capra,capra,capra,capra,capra!”

        ps. ho usato le virgolette perché è una citazione non mia!

        Mi piace

    • “il caos degli ubriaconi”??? “la terra di nessuno”??? sicuramente sei uno dei tanti che si atteggia a cittadino modello che parcheggia fuori posto, che se la prende con il/la ragazzo/a di turno che x tre mesi fa il “vigile” (e che critichi x appartenenza sociale, famiglia, idea politica…ecc.), che se trova la multa va a piangere sul “comune” x “farsela togliere”…….. ah dimenticavo,a qualche camparino, spumantino, spinetta, amaro nella ” terra di nessuno” tra il “caos degli ubriaconi” credo proprio che non ne puoi fare a meno. chi è senza peccato………………. e non fate sempre i “PROFESSORI”!!!!!!!

      Mi piace

  4. che dire…
    più di dossi sembra un tracciato di motocross…
    sono rampe non dossi!!!
    la mia auto tocca a terra al “trampolino” nei pressi del cimitero…
    sono esageratamente alti…
    però,se li andiamo ad abinare alle varie rotatorie utilissime come quella a sirignano la cosa non ci sorprende…
    il primo giorno che sono state attive le nuove collinette pedonali,una persona ingara della cosa mi ha sorpassato e in stile stuntman,ho visto la sua auto sollevarsi da terra!!!!!
    mah..spero che almeno i diffusi Rossi e Stoner delò nostro paese almeno la finiscano di paragonare Foglianise al Mugello..
    anche se nel tratto più veloce della pista,per intenderci via S.Pedicini,(dal cimitero alla pasticceria “La dolcazza” per intendeci),dove questi nosti compaesani sfiorano a volt i 200 km/h,non vedo traccia di lavori…
    P.S.:propongo una bella rotatoria a metà tratto di via fontana…tanto 1 in più,una in meno….

    Mi piace

    • Guarda menomale che il tratto più veloce di via silvio pedicini alias Mugello, “poggio secco”, è strada provinciale altrimenti la nostra architetto ci avrebbe donato chessò una rampa sopraelevata o un sottopassaggio per i pedoni del 16 agosto!

      Mi piace

  5. AUTISTA e pure simpatico…
    1- non ho detto che sono contro S.ROCCO
    2- non è detto che chi beve birra sia per forza un alcolista
    3- è vero mancano le CHIUSE in questo paese….le CASE CHIUSE!
    4- meglio ubriaco di ‘birra’ che di ‘saliva’

    ora saluto tutti, vado a bere una bella birra e poi a fare “4 salti in paese”..sui dossi chiaramente….

    Mi piace

  6. LAIDIA HA RAGIONE, il cemenetificare è cosa buona e giusta,
    prima hanno iniziato con i plinti in cemento a salire via crocevia, cosi’ che chi sale verso il cimitero deve scontrarsi con chi viene dal polivalente, perchè ovviamente sono fuori asse. poi hanno fatto le rotonde killer, che sono mortali per auto e moto, testat anche dalle forze dell’ordine locale, poi dulcis in fundo altro cemento per intasare ancora di piu’ questo paese a MOBILITA’ HANDICAPPATA, tutto il mondo combatte il cemento e noi lo mettiamo…

    Mi piace

    • Laidia stai sbagliando lato…il cemento e l’asfalto vanno ridotti!

      ps. La nuova strada che stanno costruendo per arrivare sopra San Michele non farla di pietrisco potrebbe deturpare l’ambiente, cementificatela o asfaltatela così sarà visibile anche dalla stazione orbitante nello spazio! Sarà indicizzata dai navigatori satellitari…

      Mi piace

  7. codice alla mano a volerlo la strada provinciale che attraversa un centro è di pertinenza comunale,dunque a lavoro!!!!
    però però piccolo commetto nei centri abitati sotto i 5 mila abitanti è di nuovo pertinenza della Provincia!!!
    ma!! e c’e’ sempre un ma, i centri abitati non rispettano più i confini comunali ma la continuità morfologica dunque essendoci continuità tra i centri di Foglianise e Vitulano può essere a tutti gli effetti considerato un unico centro abitato continuo a meno che il ponte sul Rio di Sirignano non lo si vuole considerare frontiera.
    Dunque si può lavorare tranquillamente
    Beati voi che almeno i dossi sono di gomma seppur dura,quasi tutti a regola a parte l’assestamento che verrà ,sono colorati e visibili, sono larghi con strisce
    fatevi un giro a Cacciano,ce ne sono una decina invisibili all’occhio ,fatti in asfalto,alti e stretti come muretti,
    Vi abbiamo tolto il premio risata della valle,questo premio è direttamente commisurato alle coppe olio schiattate e cerchioni ammaccati

    Mi piace

  8. RIFLESSIONE:
    Si critica l’amministrazione perchè si sveglia solo nel periodo di San Rocco, ma vorrei far notare come anche i commenti su questo blog aumentano in maniera esponenziale in questo periodo.
    Non è che sia proprio una caratteristica del foglianesaro essere “‘ncapato” solo e soltanto sulla festa?

    Mi piace

    • CARO AMICO” ‘NCAPATO ” TI SCRIVO X DIRTI CHE LA CRITICA
      LA SI FA QUANDO E’ NECESSARIA E NON X IL GUSTO DI FARLA!!!! I COMMENTI AUMENTANO IN MANIERA ESPONENZIALE UNA VOLTA ALL’ANNO PERCHE’ UNA VOLTA ALL’ ANO l’AMMINISTRAZIONE SI FA VEDERE CHE SISTE!!!

      Mi piace

  9. …indovinate in quale altra zona potreste ammirare i medesimi capolavori?
    Risposta: CIRIGNANO!!!!!!!!!!!!
    …ogni commento è superfluo!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...