Randagismo, Scarinzi smentisce il disinteresse

di Gabriele Pastore

per Il Sannio Quotidiano.

È ancora una volta la questione randagismo a tenere banco. Dopo la lettera giunta in redazione firmata da Emilio Speltra, foglianesaro d’origine e monzese d’adozione, abbiamo deciso di incontrare il sindaco di Vitulano per fare luce su quanto accaduto. Ma facciamo un passo indietro e ricolleghiamoci alla mail di Speltra. Riavvolgendo il filo della narrazione riscontriamo che il mittente lamentava di aver trovato nei giorni 25/26 agosto tre cuccioli di cane buttati in un vallone a Vitulano, di averli recuperati, puliti e sfamati. “Dietro consiglio del 113 – scriveva – ci siamo rivolti al sindaco di Vitulano il quale dovrebbe essere responsabile del randagismo sul suo territorio dopo varie discussioni in cui lui riteneva di non poter fare nulla mi ha detto che avrebbe mandato una persona che si sarebbe occupata dei cuccioli”. Aggiungendo: “chiaramente una bugia perché non è mai venuto nessuno”. Avvicinato, il primo cittadino di Vitulano Mario Scarinzi, controbatte all’accusa di disinteresse fatta da Speltra dichiarando: “è del tutto errato ciò che dice il signore nella lettera da voi riportata in quanto il comune è stato attivo in passato riguardo ai cani e al randagismo e lo sarà ancor di più in questo momento dopo la segnalazione di Speltra”. E continua: “come comune ci stiamo muovendo per un affidamento privato dei cuccioli perché nei canili non ci sono posti disponibili”. Prosegue evidenziando che il compito del comune è quello di provvedere a segnalare casi ed episodi di randagismo all’Asl, le cui competenze si estendono alla cattura, sterilizzazione e microchippatura. “noi dobbiamo solo indicare dove mandarli – aggiunge – e per la carenza di posti tra Benevento e Avellino è scaturita la decisione di affidare questi cuccioli al privato”. Nelle battute conclusive del nostro incontro, Mario Scarinzi ricorda tutte quelle attività che la sua amministrazione ha messo in campo a favore degli amici a quattro zampe. “Al di là delle polemiche – ribadisce – l’amministrazione si spende da tempo per assicurare adozioni, cure e affetto ai cani che incontriamo sul territorio comunale”. Tra le iniziative c’è il pagamento di 875 euro mensili per i cani ricoverati e una delibera della scorsa settimana che sarà resa nota a breve con un avviso pubblico con indicazioni per chi volesse adottare questi animali o predisporre in via temporanea un recinto per ricovero. Il comune, ci tiene a precisare, si farà carico delle cure giornaliere. Tra gli ultimi casi presi a cuore c’è quello di Roberto, il cane “del popolo”, come è stato definito, per il quale i cittadini vitulanesi si sono impegnati a raccogliere fondi per sostenere le spese veterinarie per un intervento al femore.

Annunci

2 thoughts on “Randagismo, Scarinzi smentisce il disinteresse

    • Gradirei sapere dal sindaco qual’è il rifugio o recinto privato a cui si riferisce,è forse un recinto che fino a qualche tempo fa sopra Camposauro c’erano legati alcuni cani sotto il sole e senza alcun riparo,e tutto questo l’ho saputo da alcuni abitanti di Vitulano visto che io mi trovo a Monza.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...