Parco Regionale Taburno Camposauro: domani presentazione della ‘Carta della Valorizzazione’

di Domenico Zampelli.

Mercoledì 27 ottobre l’Ente Parco Regionale del Taburno Camposauro e Legambiente Campania presentano presso la sala del Consiglio Provinciale della Rocca dei Rettori la “Carta della Valorizzazione” del Parco. Si tratta delle prime applicazioni in Italia della “carta Europea del Turismo Sostenibile”, che rientra nelle priorità del programma di azioni “parks for life” dell’Unione Mondiale per la Conservazione della Natura (UICN).
La Carta della Valorizzazione è prima di tutto uno strumento per la definizione delle linee di indirizzo e delle procedure per incoraggiare un turismo che sia sostenibile per l’area protetta, e al contempo, attraente per il mercato. Obiettivo è quello di far dialogare insieme, per condividere un progetto, i gestori del Parco, gli Enti territoriali coinvolti nel suo territorio, le aziende turistiche locali, le scuole e gli ordini professionali.L’adesione alla Carta europea, che costituisce il traguardo del processo avviato dall’Ente Parco, permetterà al territorio di armonizzare le forme di economia presenti e di garantire un’adeguata qualità della vita della popolazione locale. Essa rappresenta dunque il risultato di un percorso condiviso con la comunità locale e le forze economiche e sociali.
Dal punto di vista dei contenuti la Carta riassume le “promesse” che il territorio fa ai propri visitatori. Contiene difatti gli standard qualitativi che il territorio del Parco promette di rispettare sul piano dell’accoglienza e gli interventi che gli Enti locali si impegnano a porre in essere, comprendendo dunque una varietà di servizi erogati dai diversi comparti dell’offerta turistica, delle produzioni tipiche e anche nel campo della formazione ambientale.
Le prime indicazioni sono quelle rivolte enti territoriali, basate su indicatori di sostenibilità della destinazione. A queste si accompagnano le raccomandazioni concordate con gli operatori e gli altri enti in rapporto alle diverse tipologie di servizi e attività coinvolte nella filiera di offerta turistica, quali l’ accoglienza turistica (pro-loco, punti informativi, musei, riserve naturali, etc.); la ricettività; la ristorazione; i prodotti dell’ artigianato, della gastronomia, etc.; l’educazione ambientale nelle scuole.
La promozione della Carta, aperta a tutte le aziende o strutture del territorio che operano nel campo dell’offerta turistica, prevede un processo partecipato che il Parco del Taburno Camposauro avvierà nei prossimi mesi. Per aderire sarà necessario rispettare i requisiti minimi stabiliti nei disciplinari delle specifiche Carte. Nel rispetto di tali requisiti, ciascun aderente potrà poi “personalizzare” la carta conformemente alle peculiarità dei propri prodotti o servizi.
La conformità ai requisiti sarà attestata da un ente di terza parte che agirà da garante della trasparenza e della rispondenza effettiva ai requisiti. Il processo porterà al riconoscimento del marchio di qualità “Taburno Camposauro”, di cui potranno fregiarsi gli operatori riconosciuti, nei confronti dei quali è prevista anche l’attuazione di specifiche campagne di promozione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...