Due giorni in coincidenza con la memoria liturgica di San Nicola da Myra

per Il Sannio Quotidiano.

Un clima di festa è quello che coinvolge in questi giorni la comunità di Foglianise. Con il 6 dicembre, il clima natalizio sembra farsi più carico e il desiderio di festeggiare e stare insieme si fa sempre più forte. Per questo la Pro Loco “Ugo Pedicini”, con l’intento di mantenere vive le tradizioni locali, ha organizzato una due giorni in coincidenza con la memoria liturgica di San Nicola da Myra. Un primo momento culturale è stato vissuto ieri sera con il convegno “La sacralità del vino”, proseguirà oggi con la santa messa alle ore 10,30 nella cappella del centro storico, per chiudere in serata con un momento di convivialità. È forte il legame che unisce Foglianise al Santo ecumenico per eccellenza. In soli 1074 ettari è possibile infatti individuare due cappelle intitolate a San Nicola: una collocata nella parte alta del paese nel casale di Barassano, l’altra in piazza Generale Caporaso in pieno centro storico. Tre le due quella che sprigiona fascino è sicuramente quest’ultima anche perché affiancata dalla torre dell’orologio che svetta sui tetti delle casette dell’antico borgo. I fatti e i “fattarielli” registrati dal racconto degli anziani aiutano ad attenuare lo spesso strato di polvere che nasconde agli occhi bellezze di un passato per molti aspetti ancora vivo nella mente di tutti. San Nicola con la scala in pietra, la torre dell’orologio, i fumanti “ciciuotti” (granelli di granturco messi a bagno per diversi giorni poi bolliti) che un tempo si distribuivano gratuitamente il giorno di festa, si pone come uno spaccato di vita, un vivere i sapori artigiani e contadini. Le immagini storiche presentano la chiesa di San Nicola come centro di dibattito, di incontro e di discussione. Le scale della chiesa hanno rappresentato per secoli il naturale palcoscenico per gente colta e meno colta che amava raccontare e guardare il mondo con gli occhi del buonuomore. Ed è proprio la caparbietà a voler riportare agli antichi splendori questo angolo del paese da cui partivano i rintocchi che regolavano la vita religiosa e le azioni quotidiane di contadini e artigiani, che muove la Pro Loco nell’organizzazione dell’evento. Con la velleità di riportare la piazza al luogo di sosta, di convegno, di spettacolo in senso lato. A questo si associa poi l’imponente figura di San Nicola, che si pone come uno dei Santi più venerati e amati al mondo. Ogni popolo lo ha fatto proprio, vedendolo sotto una luce diversa, pur conservando le caratteristiche fondamentali, prima fra tutte quella del difensore dei deboli e di coloro che subiscono ingiustizie. Molti paesi del Sannio ricordano San Nicola attraverso antiche usanze che seppur modificatesi nel tempo conservano una matrice comune: la benedizione del pane e la distribuzione al popolo. A Foglianise, in particolare, il 6 dicembre per devozione i fedeli portano con sé del pane che viene benedetto nel corso della messa e successivamente distribuito a coloro che non hanno potuto presenziare alla celebrazione e ovviamente i particolari “ciciuotti”. Pratica del passato che si è perpetuata fino agli anni cinquanta per poi finire nel dimenticatoio. Intorno alla quale nacquero alcuni ritornelli popolari come “i ciciuotti, i ciciuotti, addefresca l’anema a chi le cuotti. Le cuotti Mennatu Martini menamuli pe coppa a la tina”. Perciò, in un’ottica di valorizzazione degli usi e della cultura locale, la Pro Loco si sta impegnando per il rilancio di questo rito che ancora oggi è avvolto da un alone di suggestione, misto a devozione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...