Incapaci a tutto…!!!

di Aretino.

Più che sospetti , ormai è un fatto del tutto fondato che i quadri tecnici di questo comune ed i tecnici di fiducia esterni, sono INCAPACI A TUTTO.
Incapacità certificata da quanto avvenuto qualche giorno fa, quanto in presenza di un volume di pioggia appena sopra la media si sono verificate varie frane e il ribaltamento di un muro di contenimento in cemento armato lungo una strada comunale interna, di edificazione recente i cui lavori, progettati da tecnici esterni sono stati diretti dal Responsabile dell’ufficio Tecnico.
Il Sindaco nell’occasione pur non essendo un esperto del campo ha tenuto a precisare che tale fenomeno era dovuto ad eventi eccezionali e non già come anche un cittadino di media cultura ed intelligenza poteva facilmente intuire, ad opere progettate male e realizzate peggio. Tutto quanto successo lo vogliamo addebitare all’inefficienza, all’incapacità , alla negligenza? In una sola parola lo possiamo definire errore (orrore) tecnico che comunque ha prodotto danni economici e che solo per fatalità non ha comportato anche danni a persone e cose. Un Sindaco serio invece di addebitare tali crolli a fatalità e a condizioni atmosferiche inclementi avrebbe dapprima verificato se tali fenomeni non fossero dovuti ad altre cause ed in caso affermativo individuarne i responsabili e prendere i consequenziali provvedimenti di legge.
In alternativa poi, invece di affrettarsi a minimizzare i fatti con note affidate a giornalisti e giornali amici dicendo una serie di stupidaggini meglio avrebbe fatto a stare zitto. Il crollo di un muro può essere determinato da cause imprevedibili che non riguardano certamente il caso di cui si parla. Non è certamente imprevedibile che si possano verificare stagioni piovose o che in assenza di drenaggio un muro può anche crollare.
Diciamo quindi che tutto era prevedibile e che i nostri tecnici distratti o impegnati nella redazione di ulteriori capolavori progettuali tipo S.Michele non si sonosprecati più di tanto o non hanno saputo fare di meglio ( il che è molto più grave).
Per quanto riguarda poi i lavori su S. Michele : non vi sembra strano che l’amministrazione comunale che in molte occasioni anche per lavori di piccola entità si è servita di tecnici esterni con motivazioni di non adeguatezza dell’ufficio tecnico di personale qualificato, in questa occasione e per questi lavori(di una certa importanza) si è assunta l’onere della progettazione e della direzione dei lavori poi affidata dal Responsabile dell’Ufficio Tecnico (in questo caso anche progettista) ad un tecnico esterno, ad essa molto vicina con procedura di dubbia legittimità? Certo che c’è da stare poco allegri se la stessa Provincia dotata di una struttura tecnica di grosse dimensioni con all’interno personale qualificato non è in grado di allestire un progetto di un certo impegno tanto da delegare in toto tale incombenza a qualche pseudo geometra (vero artefice del capolavoro) che nonsi sa a che titolo assume diversi ruoli nel Comune di Foglianise e con risultati molto..molto..molto…deludenti.
Certo avrebbe fatto meglio la Provincia con il proprio settore di competenza a chiedere fondi e ad approntare qualche minimo di progetto per mettere in sicurezza l’assetto viario della Valle Vitulanese di propria competenza che langue in uno stato pietoso, invece di invischiarsi in operazioni poco chiare e molto discutibili che poco hanno a che fare con l’interesse collettivo. Da notizie assunte in giro la cui veridicità è abbastanza attendibile, sembra che i lavori che si stanno realizzando su S.Michele non sono quelli previsti nel progetto; che il progetto stesso è superficiale e presenta grosse carenze in merito all’individuazione delle opere da realizzare e che la ormai famigerata rampa con pendenza da gran premio della montagna – che impedisce di fatto la percorrenza a piedi a noi comuni mortali -, sulla cui opportunità l’opinione pubblica è moltocritica, non risulta essere indicata nel progetto. Inoltre mi è pervenuta all’orecchio che neanche il cornicione panoramico a sbalzo in cemento armato, le ringhiere e i muri di pietra e cemento del tratto “chiesa-belvedere” fanno parte del progetto. Se tutto quanto è vero (non c’è motivo di dubitarne) ci troviamo ancora una volta di fronte alla realizzazione di lavori abusivi che non rispecchiano il progetto e che non si sa, per quale nascosto fine con l’assenso del direttore dei lavori, l’impresa esegue. Questo aggroviglio di “piccoli” tecnici al servizio della cricca del ” Principe” come già detto INCAPACE A TUTTO si è anche reso responsabile della realizzazione di un nuovo pezzo di strada che all’altezza del serbatoio del CABIB trova la sua conclusione in una proprietà privata e del quale non se ne ravvede alcuna necessità ed utilità. Tale ulteriore nuova opera così come realizzata sta a simboleggiare l’evidente sperpero di danaro pubblico che l’amministrazione Comunale insieme all’Amministrazione provinciale e al Parroco di Foglianise hanno perpetrato a danno dei cittadini.
Le opere nel loro complesso e per la loro estensione risultano di grosso impatto e sembrano del tutto estranee all’ambiente in cui sono inserite , la stessa chiesa sembra perdere il suo ruolo predominante a scapito di tutta quella muraglia, tagli di roccia e colata di cemento ben visibili da P.zza Municipio. A proposito poi dell’allargamento stradale “Fresa – S. Michele” io mi chiedo : “quale credibilità ha un’amministrazione che a fronte di richiesta contributi per la messa in sicurezza della montagna, poi in modo contraddittorio realizza opere che hanno comportato la demolizioni di grossi volumi di roccia viva minando il già precario equilibrio esistente e mettendo in pericolo l’incolumità dei cittadini?”. Parafrasando un’ altro PRINCIPE dei giorni nostri possiamo definire quest’Amministrazione quella del “FARE MACERIE” e l’Ufficio tecnico con il suo Apparato quello del “FARE DANNI”. Andate allaurà barbun (i)

Annunci

8 thoughts on “Incapaci a tutto…!!!

  1. Sì… ma Giuvanni fa na bella festa!!!!!
    Chi se ne fotte si u muro mi cade ncapo, tanto m’addecreo cu Massimo Raniero.
    E po’ m’è prumisso che mi sistema a figliemo. Si so fortunato va a faticà dint’a banca si no ce dà 300 euri a u mese pe n’anno e doppo n’anno sta nata vota miez a na via.

    Mi piace

  2. acretino stai dicendo un sacco di cazzate. Lascia finire i lavori e poi giudichi. ti ergi a giudice e sembra quasi che tu ci capisca qualcosa. non hai idea dei lavori a san michele. non hai gli attributi necessari neanche per te stesso.

    Mi piace

  3. basta finite questo sciacalaggio se ciò che tu dici è vero esci allo scoporto e fai il tuo dovere denuncia tutto alla magistratura abbi il coraggio di farlo e non fare come gli struzzi altrimenti stai zitto questo e il classico modo della sinistra quando non arrivano al lardo dicono che è di rancito. Perchè non si parla della mitica ristrutturazione della fontana vorrei conoscre il proggettista e il direttore dei lavori

    Mi piace

  4. “Mariano Apicella” sei un po distratto non ti sei accorto che si sta parlando di altra opera e di altri lavori ( per modo di dire) ,di illegalità e di abusi. Stiamo parlando di opere che si stanno realizzando oggi e che non sono ancora ultimate e non di quelle di vent’anni fa che questa amministrazione tiene in uno stato di degrado e di abbandono spaventoso.
    Ti sei chiesto per quali motivi?
    Inoltre chi ti assicura che in merito a S. Michele la magistratura non sia già stata investita e se ne attendono i risultati ?
    Sono convinto che tali questioni non possono essere affrontate sempre e soltanto da un punto di vista giudiziario, la politica si deve assumere le proprie responsabilità e deve dare delle risposte . Alla politica quindi si deve chiedere di smentire possibilmente con prove inequivocabili quanto ipotizzato da “Aretino” nel post iniziale. Le problematiche sollevate da “Aretino” sono molteplici e non possono essere accantonate con un “non fare come gli struzzi”. Cè un problema di efficienza amministrativa; di chi fa i progetti e per chi?; quali interessi privati vengono garantiti e perchè?; insomma si parla di soldi spesi, di soldi apparentemente spesi e di soldi non spesi.

    Mi piace

  5. Grande “Aretino”
    Altro che “struzzo……..” sei stato l’unico ad ipotizzare alcuni intrecci per raggiungere obiettivi non del tutto leciti, tra Provincia ,Comune e non ultima la Curia.
    I cittadini mentre davanti ai bar criticano questa amministrazione per l’indecenza a cui è arrivata, poi non hanno il coraggio neanche di partecipare a discussioni pubbliche.
    Aretino ha fotografato bene quello che tutti sappiamo e sopportiamo senza battere ciglio.
    Mi sembra che questa Amministrazione ha iniziato con le rotonde ha continuato con i taralli , e sta finendo con il poggio e la zeppa.
    Mi permetto inoltre di avanzare una riflessione : “è mai possibile in questo paese che i professionisti del luogo non vengono valorizzati a discapito di esterni che non sono cime ma veri e propri “ciucci”?
    Se dovete scegliere tecnici esterni non paesani perlomeno prendete professionisti di spessore qualificati.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...