Arbore, un sannita d’adozione. Lo showman: “Foglianise è un incanto, si dovrebbe pagare il biglietto per visitarla”

di Domenico Zampelli

per Il Mattino.

«Sono un sannita, cittadino di Foglianise»: Renzo Arbore ha esordito così, ieri sera sul palco del Palatedeschi, quando ha iniziato il concerto con la sua Orchestra Italiana. Lo showman ha ricevuto il caldo applauso degli oltre duemila beneventani che hanno affollato le poltrone della struttura. E lui li ha ripagati con un concerto ricco di successi, di canzoni famose, di aneddoti e di musiche senza tempo. Tra una canzone e l’altra il siparietto con il pubblico. Ha raccontato di avere quasi ultimato un libro su Luciano De Crescenzo, suo compagno di tante avventure «ma è più vecchio di me di 9 anni» ha precisato. Alle sue spalle un maxi schermo sul quale sono state proiettate le immagini dei tour dell’Orchestra Italiana nel mondo e le foto e i video di Totò, Gabriella Ferri, Nino Manfredi personaggi ai quali Arbore ha dedicato alcune famose canzoni. Applausi a scena aperta per i classisici napoletani che il pubblico ha cantato insieme ad Arbore. Nel pomeriggio lo showman si era recato a Foglianise per ricevere la cittadinanza onoraria.
Renzo Arbore proclamò «Viva l’Italia», ed i suoi fan leghisti applaudirono. Un simpatico siparietto tratto dal concerto tenuto recentemente dall’Orchestra Italiana a Bergamo e rivelato a Foglianise dallo showman pugliese, che da ieri pomeriggio ne è cittadino onorario. La cerimonia – che ha ufficializzato un riconoscimento già conferito nel 2006 – si è svolta nella sala consiliare, vivacizzata dalla simpatia del grande artista, che non si è sottratto all’affetto del pubblico. Ed è stata quindi anche una festa tricolore, a partire dall’abbigliamento di Arbore (sciarpa verde, pantaloni bianchi e maglione rosso) che nel corso del suo intervento ha più volte fatto riferimento ai 150 anni dell’Unità d’Italia, ricordando non solo le tappe «patriottiche» già segnate dal tour di quest’anno (Torino, Firenze, Reggio Emilia), ma anche l’episodio di Bergamo ed un suo vecchio programma di quasi trent’anni fa, Telepatria International, antesignano con Benigni e Frassica delle celebrazioni dell’unità nazionale. Arbore, accompagnato dal fido Carlo Rititorti, è stato accolto dall’amico sindaco Giovanni Mastrocinque e dal Consiglio Comunale, come cinque anni fa in occasione del suo concerto di chiusura dei festeggiamenti in onore di san Rocco. «Un concerto indimenticabile, non solo per voi ma anche per me – ha ricordato il neo cittadino onorario – perché in poche occasioni abbiamo trovato un pubblico così partecipe e caloroso. Un pubblico che ha capito la nostra filosofia, che è quella di impegnarsi sempre al massimo, per rendere più di quello che il pubblico si aspetta. Il nostro obiettivo è quello di far sì che coloro i quali partecipano ai nostri concerti possano dire a chi non c’era “cosa vi siete persi…”». E giù un applaudito riferimento alla stessa frase, passata alla storia perché scritta sul muro del cimitero in occasione del primo scudetto del Napoli. Ma Arbore ha ragionato anche da nuovo cittadino di Foglianise: «Se questo paese si trovasse in America, la gente dovrebbe pagare il biglietto per visitarlo. Qui c’è un esempio dell’incanto dei nostri borghi, quelli che contribuiscono a fare dell’Italia il Paese più bello del mondo. Quella sannita, poi, è stata una terra che io ho sempre sentito amica, e che attraversavo sin da giovane quando dalla Puglia mi recavo a Napoli». Pergamena, medaglia commemorativa e spiga d’argento vengono consegnate all’artista dal sindaco Mastrocinque, a suggello di un rapporto che vedrà altri incontri. «Tornerò, siatene certi» promette Arbore mentre si infila in tasca la custodia della moneta («Questa la tengo io» dice sorridendo), firma autografi, si mette in posa per decine di foto, scherza con le ragazze del servizio civile Mariaserena ed Amelia, ed assaggia qualche dolce. Senza esagerare, però, e soprattutto senza gli amati peperoni imbottiti, particolarmente apprezzati cinque anni fa e che comunque gli verranno consegnati a parte: ci sono le prove del concerto che incombono. «E questo – conclude – è un concerto speciale, il primo da cittadino sannita». Poi il successo al Palatedeschi.

Annunci

7 thoughts on “Arbore, un sannita d’adozione. Lo showman: “Foglianise è un incanto, si dovrebbe pagare il biglietto per visitarla”

  1. …….effettivamente questo giornalista non è stato mai cosi’ “BRAVO” a scrivere tante sciocchezze (Foglianise è un’incanto che…..etc etc) ….ma tante fesserie…tante…tante…che ci siamo “STANCATI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!” …EPPURE NON NE FA’ FACCIA!!!!! MA COME TE LO DOBBIAMO DIRE???????? SII …OBBBBIETTTIVO (SE CI RIESCI) QUANDO SCRIVI UN’ARTICOLO!!!

    Mi piace

    • … scherza con le ragazze del servizio Mariaserena ed Amelia, ed assaggia qualche dolce. EMBE’ SE NON LO SCRIVEVI …STAVAMO IN ..PENSIERO!!!!!!!!!!!!!!!! VASSALLO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Mi piace

  2. Il mio giornalaio è molto più obiettivo di questo formichiere. Ma è mai possibile che nessuno dalle pagine del giornale muove delle critiche costruttive. i corrispondenti di questo paese sono squallidi. Elogiano loro stessi, i loro amici e gli amici degli amici, altrimenti finisce il mostrarsi nelle poche occasioni che vengono tenute. Sembra che invece di essere nel 2011, costui è rimasto al 1861, i personaggi importanti in un paese erano: il sindaco, il medico condotto ed il maresciallo dei carabinieri. Oggi per costui: il sindaco, gli amici di quest’ultimo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...