Arbore, la presenza in paese come lo scudetto del Napoli: «Che vi siete persi»

di Gabriele Pastore

per Il Sannio Quotidiano.

È davvero un personaggio sopra le righe il Renzo Arbore che si è presentato venerdì 11 marzo a Foglianise per il ritiro della Cittadinanza Onoraria. Una cittadinanza conferita con delibera di Consiglio Comunale del 1 Luglio 2008 e che solo nella giornata di ieri è stata ufficialmente consegnata ad uno più illustri artisti della storia culturale italiana. Non c’era bisogno di questo riconoscimento per toccare con mano la semplicità dei “grandi”. Al suo arrivo nella centralissima piazza Santa Maria, con il suo tipico look stravagante dal tocco tricolore, Arbore si è sentito come uno di famiglia. Uno che cerca il contatto umano, con la gente che da sempre lo segue nella sua poliedricità. Saluta, scherza, stringe a tutti la mano. Non si sottrae ai flash e alla curiosità. Sempre pronta la battuta anche quando il sindaco con la solennità del momento gli porge la medaglia d’oro attestante l’Onorificenza ricevuta. Egli invece spezza la rigidità esclamando: “Pensavo che in questa scatola ci fossero dei peperoni ‘mbuttiti”. Non c’era la specialità tipica che però il sindaco gli ha offerto in omaggio al termine della cerimonia. Il conferimento della cittadinanza onoraria si è svolto secondo un autorevolissimo cerimoniale che ha previsto il saluto introduttivo del sindaco che ha parlato di un Renzo Arbore che con la sua venuta a Foglianise nel 2006 “contribuì a dare una visibilità ancora più vasta e concreta alla Festa del Grano”. Un artista che per il primo cittadino Giovanni Mastrocinque “ha saputo stravolgere, con una espressione fortemente innovativa il palcoscenico televisivo, i teatri e le piazze dell’Italia e del mondo”. Dal canto suo Arbore ha mostrato piena riconoscenza per l’accoglienza e l’onore riservatogli dalla cittadina sannita, di cui ha ricordato la calorosa accoglienza del 2006 e del suo impegno, in quella occasione, nel dar vita ad uno spettacolo che superasse le aspettative “perché – ha detto – si potesse dire come con lo scudetto del Napoli: ‘che vi siete persi!’ ”. Ha inoltre ricordato le molte personalità che lo hanno affiancato in questi anni come Benigni, Frassica, Ilaria d’Amico non come talent scout, come la platea pensava facesse, ma per giungere alla conclusione simpatica di essere un “portafortuna”, che quindi investirà anche la cittadina di Foglianise. Infine un riferimento obbligato alla bellezza del territorio che ha ispirato qualche riflessione sul senso dell’anniversario che la nazione sta celebrando e sul valore di un’onorificenza che si affianca a quella ricevuta da un’altra città, Milano “che non è un piccolo centro urbano ma una metropoli”. Un riferimento emblematico, per l’artista pugliese, proprio a 150 anni dall’unità che deve ispirare sentimenti di unione e non di divisione. Nel pieno rispetto del cerimoniale, il sindaco e il segretario comunale Carmela Balletta, hanno controfirmato la prima pagina dell’Albo d’Oro dei Cittadini onorari di Foglianise certificando l’adozione del titolo da parte dell’artista, unitamente alla consegna di una pergamena che potrà conservare a ricordo della cerimonia. Infine, immancabile la consegna della spiga d’argento che inaugura una nuova ritualità comunale, quella dell’Albo d’Oro degli Ospiti d’Onore su cui con dedica, apporranno la loro firma quanti in ordine progressivo riceveranno il prezioso emblema di Foglianise. Tanti quindi, i segni e i messaggi di questa manifestazione e mentre il Maestro con la solita ironia rimproverava il sindaco di un ritardo nel conferimento della cittadinanza, Mastrocinque ha voluto rivolgergli un ultimo e sentito appello: “Quando salirà sui tanti e sempre migliori teatri di tutto il mondo, quale nostro concittadino, si ricordi di noi, di un paesino del profondo Sud che, per quanto piccolo, esprime una fede profonda nei valori religiosi ed un’arte particolare ed altamente espressiva che non ha eguali nelle varie regioni italiane: l’arte dell’intreccio della paglia! Ne parli, sarà una propaganda eccezionale!”. Un compito di certo facile per uno del calibro di Arbore!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...