In piazza Sant’Anna riecheggia «Ma ci faccia il piacere»: contestato Mastrocinque

di Gabriele Pastore

per Il Sannio Quotidiano.

«Ma ci faccia il piacere». E fu così che per contestare il “podestà” Mastrocinque, Cosimo Cairella si affidò a Totò. Primo comizio pubblico per la coalizione “Alternativa Democratica” che sostiene la candidatura a sindaco del consigliere di opposizione uscente Cosimo Cairella. Il taglio del nastro c’è stato ed il countdown è iniziato in una piazza Sant’Anna geometricamente divisa in due fazioni: guelfi e ghibellini del ventunesimo secolo. Volendo fare una netta divisione si potrebbe dire che a sinistra c’erano i sostenitori di “Alternativa”, a destra quelli di “Rinascita”. A fare da speaker ufficiale, il capolista Vito Antonio Pedicini, storica voce dei comizi foglianesari che con la sua oratoria imponente ha lanciato un monito contro chi “con beceri tentativi” ha tentato di far naufragare sul nascere la composizione della lista. Ha inoltre parlato di “propaganda della mercificazione degli uomini e del consenso già sconfitta grazie alla nostra presenza”. Un comizio di presentazione del candidato sindaco e di tutti gli aspiranti alla carica di consigliere per la prossima legislatura sul quale si è fatto sentire anche i peso del mondo ellenico e della mitologia. Dai riferimenti alla libera Atene del V secolo a.C. di Raffaele Goglia alle “novelle cassandre” di Cosimo Cairella. Non è mancato, al di là delle contrapposizioni di coalizione, un’ampia pagina dedicata al programma elettorale 2011-2016. Punti caldi, ampiamente illustrati nella brochure distribuita ai presenti, in cui dominante risulta essere il colore giallo. Per i più maliziosi, il colore dell’invidia. Ad esporlo con pacate ma studiate considerazioni, Angelo Raffaele Goglia che ha confermato le indiscrezioni sulla sua designata candidatura. Sintetico e dai tratti giovanili, invece, il discorso di Giovanni Viglione, che ha ribadito ancora una volta la composizione di una lista fatta di persone accomunate da un progetto alternativo per il paese. Non sono mancate stoccate anche all’amministrazione uscente e all’avversario Giovanni Mastrocinque, nell’intervento conclusivo affidato a Cosimo Cairella. Un monologo fatto di una valanga di interrogativi che il consigliere uscente di opposizione ha rivolto allo sfidante presente tra la folla. Ha voluto soffermarsi sul clientelismo politico, soprattutto rivolto ai giovani, alla “girandola” dei tre mesi di vigile urbano e alla turnazione nello staff del sindaco. Ha inoltre parlato di spettacolo di desolante silenzio, mancanza di coscienza critica e messa in evidenza dell’interesse personale come tratti distintivi di questa legislatura. Poi in riferimento alla sua coalizione ha detto: “Non abbiamo bisogno di un capo. Io non lo sono. Ci presentiamo come protagonisti assoluti dell’alternativa, non è una competizione tra Cairella e Mastrocinque”. Tanti quindi gli slogan emersi in oltre un’ora di presentazione. Esposti tutti i punti programmatici dalle attività produttive all’urbanistica, alle problematiche energetiche ambientali, è stato il sindaco uscente al centro delle considerazioni del gruppo. “La Rinascita – ha affermato Vito Antonio Pedicini parlando della lista avversaria – uno slogan che si perde nella storia oscurantista di questo paese. In quello slogan tutto e il suo contrario trova posto”. I candidati di “Alternativa Democratica” mettono però anche riparo all’attacco coalizione pluripartitica parlando di trasversalismo politico “necessario, in questo caso, perché a salvaguardia della democrazia in questo paese”. Al pericolo Mastrocinque è anche associato un conseguente appello ai giovani, di primo impatto plasmato sul modello wojtiliano: “partecipate – ha detto – prendetevi il futuro, vi appartiene, non abbiate timore di stare dall’altra parte del potere”. Infine l’invito a tutti i presenti di usare il voto per scegliere ciò che è giusto. “Non lo sprecate per ciò che sembra utile” ha concluso. Prime battute quindi di quello che si prospetta come un movimentato fine settimana di metà maggio in cui si potrà assistere ad un confronto par condicio tra i due aspiranti al municipio foglianesaro.

Annunci

One thought on “In piazza Sant’Anna riecheggia «Ma ci faccia il piacere»: contestato Mastrocinque

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...