Comunità Montana. Assunzioni dei forestali, parla il segretario generale Pezone

di Antonio Caporaso

per Il Sannio Quotidiano.

Il segretario generale della Comunità Montana del Taburno Gennaro Pezone mette in atto il suo “ j’accuse “ dopo la visita del nucleo della Guardia di Finanza di Benevento. Oggetto dell’accesso dei militari, le assunzioni dei forestali a tempo determinato. “Nel giugno 2007 – dichiara il segretario Pezone– la Giunta in carica (presieduta da Gennaro Paradiso e composta dagli assessori Giuseppe Ciambriello, Luigi Meccariello, Antonio Iannella, Antonio Crisci e Angelo Orlacchio) deliberò le assunzioni dei 92 lavoratori precari che già erano stati assunti nel 2005 e nel 2006. Su tali assunzioni molto forti erano state le pressioni fatte dai sindacati di categoria, accampando il ‘diritto ad essere riassunti’”. In questo contesto il parere espresso dal segretario Gennaro Pezone fu negativo, anche alla luce di una nota della Regione Campania. “Tuttavia –aggiunge Pezone– la Giunta deliberò lo stesso di assumere i lavoratori per cinque giorni, con sospensione”. Prosegue il segretario: “…subentrata la Giunta presieduta da Principe, le assunzioni furono dichiarate non legittime, inesistente il diritto alla riassunzione e la sospensione fu tradotta in licenziamento”. Continua Pezone: “Ma dopo intense vicende politiche una nuova Giunta (presidente Domenico Mortaruolo, vice presidente Giuseppe Ciambriello, assessori Felice Coppolaro, Luigi Meccariello, Antimo Papa, Gennaro Paradiso, Michele Razzano, Antonio Rossi, Domenico Servodio, Antonio Vertucci, segretaria Rosanna Palmieri), con l’appoggio alla componente di centrosinistra di alcuni consiglieri, deliberò una nuova assunzione per 10 giorni, dei precedenti 93 lavoratori, più 61 nuovi lavoratori. Le assunzioni furono fatte per chiamata diretta. Non vi fu richiesta e autorizzazione regionale. Non vi fu avviamento tramite il Centro per l’Impiego e non vi fu selezione degli idonei, così come prescrivono le norme regionali. Intanto, dopo che quei lavoratori ebbero prestato il loro lavoro, non rimase che pagarli perché la legge è chiara nel porre tale obbligo. Le assunzioni furono dichiarate illecite sia dal Prefetto che dall’Ufficio del Lavoro della Provincia, i quali non hanno riconosciuto alcuna urgenza che potesse giustificare le assunzioni dirette, documentata ed effettiva.
Intanto, la politica occupazionale 2005/2007 ha lasciato debiti dei quali sinora nessuno ha potuto operare per il rientro legittimo e contabile. Parallelamente ai problemi sul versante Forestazione, stanno emergendo i debiti collegati alla politica di moltiplicazione degli incarichi ‘dirigenziali’, in contrasto con la legge e a dispetto dei dirigenti in servizio, che vedono in corso contenziosi per ottenere l’indennità di posizione, la quale né prima né ora vede possibilità di bilancio, con le conseguenti responsabilità”.

Annunci

2 thoughts on “Comunità Montana. Assunzioni dei forestali, parla il segretario generale Pezone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...