Borsa di studio Cotroneo, gli alunni premiati

di Gabriele Pastore

per Il Sannio Quotidiano.

Prima di tutto il merito. È il singolare monito levatosi dalla sede scolastica di Foglianise per la terza Borsa di studio alla memoria di Alfredo Cotroneo. Una storia lunga novant’anni, quella della Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio, in cui si intrecciano solidi legami con il territorio in cui l’ente è nato e si è sviluppato. Una storia da raccontare per il presidente Gian Raffaele Cotroneo che ha voluto consegnare personalmente i premi ai vincitori del concorso. Nel corso della cerimonia ha voluto anche annunciare la pubblicazione di un calendario di appuntamenti tesi a celebrare i nove decenni di vita di una banca che dal lontano 1921 ha ormai consolidato la sua posizione nel panorama bancario italiano. Presente alla manifestazione anche il sindaco di Benevento Fausto Pepe e il primo cittadino di Foglianise Giovanni Mastrocinque. Nonostante l’aurea culturale della giornata, l’incontro tra i due politici non ha spazzato via la volontà di abbandonarsi a riflessioni politiche. Ci si sofferma prevalentemente sulla riforma Gentile, che in via del tutto campanilistica Mastrocinque cita nel suo intervento, in quanto legata al foglianesaro Raffaele Pedicini, tra i collaboratori del pedagogista. Un sistema che puntava alla valorizzazione del merito e al potenziamento logico – culturale della futura classe dirigente italiana. Nel suo intervento il sindaco ha inteso soffermarsi anche sull’importante risorsa che il liceo di Foglianise costituisce per l’intero comprensorio vitulanese in cui gli studenti non sono visti come matricole ma “c’è un rapporto di conoscenza diretta tra docenti e discenti”. Anche Pepe ha rilevato la portata dell’evento promosso per la terza annualità dalla B.l.p.r., valutando l’eccellente ruolo imprenditoriale avuto dalla famiglia Cotroneo nel contesto sannita e chinandosi di fronte a simili iniziative messe in campo dalla banca, dal suo presidente e dal vicario Mastrocinque definito dal neo eletto Pepe come “un maestro dal quale ho tutto da imparare”. Al di là delle singole valutazioni, l’elogio condiviso da tutti, è andato agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado cui era rivolto il bando di concorso, abili nell’orientarsi di fronte a prove dall’alto grado di difficoltà. Tre le sezioni di premio: secondaria di primo grado di tutte le scuole della provincia, biennio superiore del Liceo Scientifico “Virgilio”, triennio superiore del Liceo Scientifico “Virgilio”. Oltre alla targa ricordo sono stati consegnati premi in denaro pari a € 500 per il primo posto, € 300 per il secondo posto e € 200 per il terzo posto. Ecco i vincitori. Scuola secondaria di primo grado: 1° premio Mazzini Carlo (Ic Paupisi); 2° premio Sauchella Pino (Ic Paupisi); 3° premio Nobile Alfredo (Scuola “Pascoli” di Benevento). Biennio Liceo “Virgilio”: 1° premio Caporaso Antonello; 2° premio Toscano Chiara; 3° premio Boscaino Roberta. Triennio Liceo “Virgilio”: 1° premio Grasso Fernando; 2° premio Calvanese Roberta; 3° premio Pedicini Paola.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...