Festa del grano, apertura d’eccellenza

di Gabriele Pastore

per Il Sannio Quotidiano.

La Banda del Corpo della Guardia di Finanza ha dato il “La” all’edizione 2011 della Festa del Grano. È accaduto il 23 Luglio a Foglianise nella storica piazza su cui campeggia la chiesa di Santa Maria e lo svettante campanile assunto a simbolo del paese che ha accolto numerosi spettatori e ospitato un parterre d’eccezione che ha visto tra gli altri il Questore Alberto Intini, il Generale Raffaele Romano del Comando Generale della Finanza, l’onorevole Luca Colasanto, i Comandanti Provinciali della Finanza Cesare Maragoni e dei Carabinieri Antonio Carideo. La manifestazione aperta con la posa della Corona d’Alloro al Monumento dei Caduti è poi proseguita con il concerto della banda diretta dal M° Gino Bergamini che ha riproposto partendo dal verdiano Nabucco, arie risorgimentali e atmosfere felliniane. La significativa portata dell’evento è stata ampiamente sottolineata dal padrone di casa, il sindaco Mastrocinque, che nel salutare le autorità ha tenuto a precisare che la cerimonia, così come la tradizionale sfilata dei carri di grano e gli altri appuntamenti in programma, è stata inclusa tra gli eventi autorizzati e promossi dal Comitato dei Garanti per il 150° anniversario dell’Unità Nazionale presieduto da Giuliano Amato “il quale – ha sottolineato – apponendo la sua firma al Decreto ha espresso un pubblico riconoscimento e confermato la valenza e l’importanza socio culturale della Festa del Grano di Foglianise”. Data la prima nota dalla Guardia di Finanza, la difficoltà è quella di mantenerla e proseguire con un’ottimale lettura dello spartito. Non ha timori Mastrocinque che nel corso della serata ha presentato i carri protagonisti dell’edizione annuale dal tema “La Festa del Grano omaggia il Piemonte primo baricentro governativo italiano” e sottoposto il palinsesto degli appuntamenti che tra gli altri vede il giorno 13 agosto l’inaugurazione di piazza Sant’Anna, in queste settimane sottoposta a restauro, e l’esibizione dei Nomadi il 18 agosto.

Annunci

15 thoughts on “Festa del grano, apertura d’eccellenza

  1. Caro Gabriele Pastore,
    se vuoi fare strada come giornalista, dovresti prestare più attenzione agli eventi “culturali” di questo paese. Ti è sfuggito il concerto più bello, quello della Banda dei Vigili di Foglianise che si è tenuto in piazza Sant’Anna la scorsa settimana.
    Una sinfonia di “paccheri”, magistralmente diretta dal Rag. Giovanni Mastrocinque, che ha dovuto interrompere la sua partitella pomeridiana per dirigere l’intera l’opera. Inutile citare il pianista solista, il cui talento nel suonarle è arcinoto in tutta la valle.
    Questa si che è stata una degna apertura della Festa del Grano.
    Se buongiorno si vede dal mattino….

    Mi piace

  2. dal sito del Comune di Foglianise
    San Rocco 2011

    FOGLIANISE – Tredici giorni di festa, una quarantina di appuntamenti e le regioni Piemonte e Valle d’Aosta protagoniste della tradizionale sfilata. Sono questi i dati rilevanti che emergono dalla lettura del programma ufficiale della Festa del Grano 2011 che anche quest’anno, il sindaco di Foglianise sottopone in anteprima assoluta al Sannio Quotidiano. Tema centrale dell’edizione sarà: “Alle radici dell’identità nazionale: la Festa del Grano omaggia il Piemonte primo baricentro governativo italiano e la Valle d’Aosta antica roccaforte sabauda”. Sono state queste premesse ad avere un certo appeal sul Comitato dei Garanti per il 150esimo anniversario dell’Unificazione Nazionale presieduto dal prof. Giuliano Amato, il quale apponendo la sua firma al Decreto ha espresso un pubblico riconoscimento e confermato la valenza e l’importanza socio – culturale della Festa del Grano di Foglianise.
    Pertanto tutte le iniziative promosse si fregeranno del logo predisposto per le celebrazioni nazionali: tre bandiere raffiguranti i tre giubilei che hanno segnato questo secolo e mezzo dalla proclamazione del Regno d’Italia. Ma vediamo nel dettaglio il palinsesto. Il primo appuntamento di questa edizione è stato, lo scorso 23 luglio, l’esibizione della banda del Corpo della Guardia di Finanza con la partecipazione del Generale Raffaele Romano. Il secondo appuntamento è per lunedì 8 agosto, giorno di festa del protettore San Ciriaco. In mattinata celebrazioni come nei giorni festivi e nel pomeriggio alle ore 18 avrà luogo la processione per le strade del paese fino alla Cappella di San Rocco, dove è prevista la Santa Messa e l’inizio del Settenario in onore di San Rocco. Chiuderà la giornata “Rocco e gli Amici del liscio” con balli di gruppo in piazza Santa Maria. Il nove agosto, ci sarà in piazza Santa Maria la Festa dei ragazzi con gonfiabili, giocolieri, mago del Parco dei Divertimenti di Idea Animation dalle ore 19,30. Alle ore 20 nell’aula magna della scuola secondaria di primo grado è prevista l’inaugurazione della mostra “Italia Unita. La scuola incontra l’arte” curata dall’Istituto Comprensivo di Foglianise e l’Istituto Tecnico per Geometri “Nervi” di Santa Maria Capua Vetere. All’evento, che vedrà esposte opere di artisti campani e di studenti delle scuole coinvolte, parteciperà anche il critico d’arte Carlo Roberto Sciascia. Il giorno dieci, sarà ricordato il tredicesimo anno di edificazione del monumento dedicato a San Pio da Pietrelcina in contrada Utile con una celebrazione eucaristica prevista per le ore 20,30. A seguire balli di gruppo con i “Tropicana Band”. Il dodici, invece, ci sarà l’apertura della personale di Mario Rauso “Frammenti di storia” a cura di Giuseppe Baldini nella sala consiliare del Municipio. Alle ore 21 performance in piazza, della scuola di ballo “Sannio Star Dancing 2” di Vitulano. La mattinata del 13 si aprirà invece con il quinto tour di auto e moto d’epoca a cura di Auto e Moto Club Valle Vitulanese e della Pro Loco “Ugo Pedicini” con appuntamento in piazza Santa Maria. Un momento emblematico dei festeggiamenti rocchiani 2011 è previsto per la serata del 13 agosto interamente dominato dal tocco tricolore. Ci sarà infatti, alle ore 21, l’inaugurazione di piazza S. Anna dopo un tour de force durato poche settimane per interventi di riqualificazione. Seguirà la presentazione del documentario promosso dall’amministrazione comunale dal titolo “Foglianise, piccolo lembo di paradiso” in cui è raccolto tutto il patrimonio storico, artistico e culturale della comunità. La serata proseguirà con lo spettacolo musicale “InCanto tricolore” con la partecipazione del Piccolo Coro della Scuola Primaria, del Circolo Musicofilodrammatico, della Corale Polifonica San Ciriaco, dei Pueri Cantores, dei Sud Terranesa e del Gruppo Fortuna Folianensis Folk che riproporranno i principali canti patriottici e risorgimentali della tradizione italiana. Torna il quattordici agosto il IV motoraduno Guzzi organizzato dal Club Aquile del Taburno; nel pomeriggio alle ore 17 prenderà il via da piazza Santa Maria la gara podistica Strafoglianise organizzata da Football Club. In serata, alle ore 21, esibizione della scuola di danza “Pas Jolis” di Marilena Mastrocinque con “Moulin Rouge”. A ferragosto la giornata si aprirà alle ore 7 con fiera in piazza Mercato e alle ore 17 Santa Messa dell’Assunta al Cimitero Comunale. Chiusura di giornata alle ore 21 con una serata interamente all’insegna del Folklore in piazza con i gruppi Fortuna Folianensis Folk e Folklorico Rajane Cante. Il giorno atteso, il 16 agosto, vedrà i caratteristici carri di grano sfilare per le arterie più importanti del borgo con omaggio alle bellezze piemontesi e valdostane. All’arrivo presso la Cappella di San Rocco benedizione dei carri alla presenza di alcuni rappresentanti delle regioni e province protagoniste. Due le novità messe in campo con il sostegno della Pro Loco. La prima consiste nel rilascio di un annullo filatelico speciale da parte di Poste Italiane nello sportello temporaneo allestito nei pressi del comune dalle ore 8 alle 14 del 16 agosto; la seconda riguarda il servizio di guida itinerante lungo tutto il percorso della sfilata con raduno alle ore 8,30 in piazza Santa Maria per un excursus storico, culturale e antropologico sulla manifestazione. Alle 21.00 serata d’onore in piazza Santa Maria con ringraziamento e premiazione dei Maestri della Paglia e spettacolo di cabaret con gli artisti Vittorio Marsiglia, Lino Barbieri e Salvatore Gisonno. Il giorno diciassette assumerà un tono prevalentemente religioso con la Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Pietro Florio, Rettore del Seminario Arcivescovile di Benevento con canti eseguiti dalla “Schola Cantorum” diretta dal maestro Selene Pedicini. Al termine, in piazza S. Anna, brani di musica classica eseguiti dalla Banda Musicale “Città di Lanciano” diretta dal M° Michele Milone. Alle ore 17,30 processione con il simulacro di San Rocco per le strade del paese; al termine Benedizione Eucaristica. Chiusura di serata affidata alla Banda “Città di Lanciano” diretta dal maestro Giuseppe Carannante. I festeggiamenti si chiuderanno con il concerto dei Nomadi nella serata del 18 agosto. Tre ore di musica, spettacolo ed emozioni che si coroneranno con una carrellata di fuochi pirotecnici. Il palinsesto si chiuderà il 21 agosto con il ritorno del Santo Patrono alla Cappella e Santa Messa alle ore 18,30 e serata affidata a “I Sud Terranea” in piazza S. Maria. Diretta dei festeggiamenti sul web al sito del comune e tv al canale Sky 823 Mediterraneo Sat.

    Mi piace

  3. LA LIBERTA’ DI STAMPA NON DOVREBBE IMPEDIRE DI SCRIVERE CHE ERANO PRESENTE OLTRE ALLE PERSONALITA’ CITATE, ANCHE:
    SEN. PASQUALE VIESPOLI – SEN MINO IZZO – IL VICE PRESIDENTE DELLA PROVINCIA ANTONIO BARBIERI…………oppure l’editore ha creato una testata che parla solo di lui e della De Girolamo ?

    Mi piace

  4. Tredici giorni di replica, ogni anno la stessa ” musica “, non cambia neppure il maestro, persino le date e gli orari coincidono, ma quando si decideranno a fare qualcosa di nuovo? Bisogna cambiare, ma che volete cambiare in un provincialismo radicato dove persino menti eccelse rimangono tali!

    Mi piace

  5. Wajù ma per voi la festa diventa bella solo se viene il cantante famoso? Oppure la festa è brutta solo perché coincidono eventi e date??

    Se proprio vogliamo cambiare ed innovare la festa cercando di risparmiare soldi per una giusta causa comune proponiamo di diminuire i giorni di festa e risparmiare soldi per abbellire il paese. Invece di fare solo critica, muoviamo il c**o signori.

    1. Se dobbiamo santificare il protettore San Ciriaco l’8 agosto e San Pio alla contrada Utile non c’è bisogno che spendiamo soldi inutili in una serata di liscio in piazza, può semplicemente rientrare nel programma religioso e quindi non per forza deve essere accompagnato dall’evento civile. E già così sparagni i primo soldi.

    2. I giorni 8 9 e 10 agosto sono praticamente inutili, non c’è mai stata tanta gente e mai ci sarà. 3 giorni di festa in cui si accavallano vari eventi in zona e sarebbe da intelligenti eliminare anche questi quà.

    3. La festa vera e propria potrebbe cominciare dal’11 al 20, inserendo la serata con i gruppi folkloristici che è sempre stata ben accettata, una serata anche per i più piccoli, un evento comico che raggruppa il ragazzino e l’adulto, il cantante che se non ci fosse Dio solo sa come reagirebbe il popolo e se proprio c’è ancora posto vabè accontentiamo pure le scuole di ballo.

    Comunque in tutto cià facendo una media tra costi vari delle serate ecc… io credo che riducendo la festa in max 8/9 giorni più significativi e concentrati risparmieremo veramente tanto e faremo un’opera buona per il nostro paese che non cresce soltanto con il rifacimento di una piazzetta!!

    Buone feste a tutti…

    Mi piace

  6. Mammamia il restyle di comune.foglianise.bn.it fa veramente pena, direi che il restyle è fallito è ancora peggio di quello di prima, Dio misericordioso, ASF fa programmazione non è cosa loro fare webdesign.

    Mi piace

  7. ‘Musica nei Borghi’: domani a Foglianise i Nomadi in concerto

    A+

    A-

    Foglianise

    Quarto appuntamento con la terza edizione della rassegna “Musica nei “Borghi”, kermesse musicale organizzata dall’Ente Provinciale del Turismo di Benevento. Domani sera a Foglianise si terrà il concerto dei “Nomadi” che chiuderà la tradizionale “Festa del Grano”. Dopo il pienone fatto registrare da De Gregori a Montesarchio, e le affollatissime serate con “I Ragazzi di Amici” a Molinara e i “Sancto Ianne” a San Lupo, sarà adesso la volta del gruppo fondato nel lontano 1963, una delle più longeve formazioni italiane (anche se soggetta a numerosi cambiamenti nel tempo), che si esibirà domani sera, giovedì 18 agosto, in piazza Mercato a Foglianise a partire dalle 21. Sul palco saliranno lo storico fondatore Beppe Carletti (tastiere), Danilo Sacco (voce e chitarra dal 1993, poco dopo la morte del mitico Augusto Daolio), Cico Falzone (chitarra), Daniele Campani (batteria), Massimo Vecchi (basso e voce) e Sergio Reggioli (violino, percussioni, voce). I Nomadi interpreteranno i loro più grandi successi (“Io vagabondo”, “Canzone per un’amica”, “Dio è Morto”, “Voglio vivere”, “Un pugno di sabbia”, “Il saggio”, “Lungo le vie del vento”, “Ho difeso il mio amore”, “Mille e una sera”, “Ofelia”, “Il vecchio e il bambino”, “La libertà di volare”, “Oriente”, La vita che seduce” ecc.) oltre ai brani presenti negli ultimi lavori: il 7 giugno scorso è uscito l’ultimo cd “Cuore Vivo” (che contiene due inediti “Toccami il Cuore” e “Cosa Cerchi da Te” con otto editi riarrangiati), distribuito da “Artist First” e che ha sancito, insieme a “Canzoni nel Vento” (registrazioni dal vivo della fine degli anni ’80, ma pubblicate su album live) uscito lo scorso 10 maggio, la chiusura del ventennale rapporto dei Nomadi con la casa discografica Warner e la scelta di dedicarsi all’autoproduzione. “Abbiamo scelto di portare a Foglianise – ha sottolineato il commissario straordinario dell’Ept Antonello Barretta – uno dei più conosciuti e longevi complessi della musica leggera italiana, l’ideale per chiudere una manifestazione importante come la “Festa del Grano”, apprezzata non solo in Italia ma anche all’estero. I Nomadi vantano una tradizione quasi cinquantennale ed hanno sempre trasmesso messaggi legati all’impegno sociale, mai troppo politicizzati, girando l’Italia in maniera capillare anche nelle più piccole realtà. Sono perennemente in viaggio e per questo sono nomadi della musica a tutti gli effetti, ovviamente ci auguriamo che la loro presenza possa consentire a Foglianise e a tutta la Valle Vitulanese di poter attrarre i loro fans e appassionati di musica non solo da tutta la regione ma anche da altre parti del Sud Italia”. “Un gruppo che ha pubblicato in carriera ben 57 album tra dischi registrati in studio o dal vivo e raccolte varie – ha aggiunto il direttore artistico di “Musica nei Borghi” Vittorio Iollo – non ha bisogno di presentazioni. La loro musica è stata, per chi più e per chi meno, la colonna sonora della vita di ognuno di noi, dagli attuali 20enni fino ai 70enni. Non c’è nessuno che non conosca almeno una canzone dei “Nomadi”, per cui sono convinto che a Foglianise ad ascoltarli ed acclamarli ci saranno intere generazioni”. Ricordiamo che rassegna dell’Ept “Musica nei Borghi”, dovrà poi ancora far tappa a San Lorenzello, il prossimo 27 agosto con la “BigBand Orkestra” del maestro Umberto Aucone e si chiuderà il prossimo 2 settembre a Paduli con la performance dell’“Accademia di Santa Sofia”.

    Mi piace

  8. dal sito dei nomadi
    scritto da BEPPE il 19.08.2011
    18 Agosto a Foglianise di Benevento. Concerto in piazza meraviglioso, tanta gente e tanto affetto. Come sempre grazie a chi ci ha voluto e a tutti i presenti. Beppe Carletti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...