L’Esecutivo ha predisposto anticipazioni di tesoreria per oltre 600mila euro

da Il Sannio Quotidiano.

È di 615.115,30 euro l’anticipazione di tesoreria per l’anno 2012 autorizzata dall’esecutivo foglianesaro. La Giunta Mastrocinque, infatti, in attesa di salutare il nuovo anno ha dato il placet e deliberato di dare mandato al responsabile del settore finanziario di attivare le richieste di anticipazione di tesoreria, nei limiti dei 3/12 dell’importo accertato a consuntivo 2010, in relazione alle effettive esigenze di cassa dell’ente.
Un provvedimento adottato con i tre voti favorevoli del sindaco, del vicesindaco Tommaselli e dell’assessore Lombardi presenti alla seduta di Giunta.
L’atto richiama, a ben vedere, l’articolo 222 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000 numero 267 che prevede che il Tesoriere, dietro deliberazione della Giunta, conceda anticipazioni di tesoreria entro il limite massimo dei tre dodicesimi delle entrate accertate nel penultimo anno precedente, afferenti, per i comuni, ai primi tre titoli di entrata del bilancio.
Il comma 2 inoltre dispone che gli interessi sulle anticipazioni di tesoreria decorrano dall’effettivo utilizzo delle somme con le modalita? previste dalla convenzione di cui all’articolo 210 del medesimo testo unico. “Il ricorso alle anticipazioni di tesoreria e la conseguente restituzione al tesoriere – si legge nelle premesse della deliberazione – sono operazioni che hanno il solo fine di fronteggiare provvisori squilibri tra i flussi di entrata e quelli di spesa e garantire, di conseguenza, il regolare pagamento degli stipendi, oneri, mutui e servizi indispensabili”. Infatti ai sensi della vigente normativa, il tesoriere e? obbligato ad effettuare anticipazioni richieste nei limiti disposti dalla legge e ad estinguere le conseguenti obbligazioni non appena abbia acquisito introiti non soggetti a vincolo di destinazione, al fine appunto, di armonizzare gli squilibri che si potrebbero verificare tra i flussi di entrata e quelli d spesa. “Pertanto – prosegue l’atto – le operazione di concessione e la restituzione dell’anticipazione di tesoreria devono essere considerate ininfluenti e pertanto escluse ai fini della tutela dei creditori pignoranti e le somme a tale titolo movimentate devono intendersi somme vincolate per legge fintanto che destinate a garantire il regolare pagamento delle spese citate nell’articolo 159 del Decreto Legislativo 267/2000 (retribuzioni personale, rate mutui, servizi locali indispensabili)”.

Annunci

One thought on “L’Esecutivo ha predisposto anticipazioni di tesoreria per oltre 600mila euro

  1. Commovente il tentativo dello scrivano di dare una parvenza di legalità al tutto.
    La verità è che questi soggeti sono abusivi, non hanno più nessuna leggittimazione né per prendere decisioni né per manipolare pubblico danaro.
    Si attende solo la retata finale.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...