C’è del marcio a Foglianise

da Studio in rosso.

Frequentavo il liceo Scientifico Rummo e, con me tutta la ciurmaglia di classe, ho mangiato pizza e cornetti, giocato al biliardo, e gli altri compari andavano pure dall’erbivendolo, perchè ci stavano gli americani che conculvano i civilissimi afghani e poi gli irakeni, perchè la Letizia Moratti era una padrona e sbrindellava la scuola pubblica e magari una volta per la fame nel Biafra, che non guasta mai. Cazzo, noi scioperavamo. Nessuno ci ha mai filati, a ragion veduta.
Nostro signore li benedica, gli studenti dell’istruzione media superiore, questi sciancati dilaniati dall’acne e dalla sega libera e tenace. Non sono immacolati, ed è presto detto, sono una gilda delle più deteriori, ed è autoevidente. Il famigerato Loreno Bittarelli, radiotaxi 3570, il leader dei “tassinari” romani, potrebbe esserne la stella polare. Pianificano e attuano. E come i caporioni dei radiotaxi latrano e bloccano tutto, per diritto, loro, si devono sfacchinare senza concorrenti, così gli scolari sbraitano e impediscono le lezioni, e qui non si sa per quale diritto ma avrebbero la facoltà di essere scimuniti con titolo di studio superiore. Gli scolari “scioperano”. Se è vero che al ciuccio che raglia si dà un calcio in culo e tutto si quieta, tassinari e liceali sfaccendati un padrino sempre lo riesumano, sindaci, presidi e mammà e papà, perchè i ribelli coi foruncoli stanno comunque attaccati alla gonna della mamma.
Alle anime belle non sembrerà vero, ma è proprio storia vera. E deve essere raccontata, perchè pone questioni serie. Ma lo si deve fare per bene, non come altra stampa acquiescente. Al liceo Scientifico Virgilio di Foglianise c’è un docente di Matematica e Fisica del triennio, Antonio Scarinzi, che fa il suo mestiere. E’ diligente, puntuale, prepara le lezioni a casa. Insomma, a trovarne di professionisti del genere. Ora, il professore ha un merito ulteriore che però è un difetto per i bighelloni: ha l’abitudine di sanzionare anche severamente gli studenti meno meritevoli e di premiare i più diligenti. In più, docente del quinto anno, è stato selezionato come commissario interno per gli esami di Stato. In risposta, gli studenti si sono mobilitati. Hanno scioperato per giorni, si sono rifiutati di prendere parte alle lezioni di Scarinzi, hanno richiesto la convocazione di Assemblee d’istituto e l’intervento del preside. A loro dire, il professore non sarebbe idoneo, non conoscerebbe la matematica e fisica, e, rivendicando una “istruzione di qualità”, ne hanno domandato in qualche modo la rimozione, minacciando peraltro defezioni di massa dell’ultim’ora dall’istituto. Nulla da ridire, invece, i “virgiliani”, in merito al resto del corpo docente. E qui l’attrattività esercitata sui “trombati” dei licei di città, Rummo in testa, pure vorrà dire qualcosa.Comunque, proseguendo, sull’onda della protesta, fomentata dai genitori, il preside dell’istituto, Pasquino, è intervenuto, prima, su Scarinzi, anche telefonicamente, al fine di ottenerne una “autonoma” richiesta di trasferimento o di aspettativa. Successivamente, ha sottoposto il caso all’Ufficio scolastico regionale con l’obiettievo di ricavarne una dichiarazione di “incompatibilità ambientale” e il conseguente trasferimento. Istanza, che ha in via temporanea condotto alla sospensione del professore, giudicata irricevibile dal competente ufficio, da cui il reintegro. Finita qui? Certamente no. Perchè la politica, quella putrescente che avvelena i pozzi, sta lì, sempre pronta dietro l’angolo. Al liceo Virgilio si prevedono per l’anno scolastico 2012/2013 nove iscrizioni alle prime, insufficienti alla formazione delle classi e possibile causa di chiusura dell’istituto. Brutta storia per i maneggioni che fanno la politica del paese. Allora, muovendo dalle pressione delle famiglie, che sono voti anzitutto, e per dare prova di attivismo, a cazzo di cane fa brodo comunque, il sindaco di Foglianise, Giovanni Mastrocinque, non si sa su quale base giuridica, ha reso noto di “aver richiesto una visita ispettiva al ministro Profumo” oltre a “sensibilizzare e coinvolgere sulla questione il presidente della provincia Cimitile”. E con la barzelletta politichese si chiude momentaneamente la storia.
C’è del marcio in Danimarca, dice Marcello nell’Amleto. Qui, di marcio, ci sono quattro sfessati pretenziosi, con quattro balordi che si fanno passare per genitori, sobillati da istituzioni senza arte nè parte. Non servono giudici, legulei, ministri e compagnia cantante. Chiamate il reparto di neuropsichiatria. Subito.

Annunci

14 thoughts on “C’è del marcio a Foglianise

  1. Ciao, sono un’alunna del liceo e siccome hai parlato soprattutto delle classi quinte,ti rispondo io che ne faccio parte…Inizio con il dire che sono una delle poche che con Scarinzi ha ottimi voti, eppure faccio parte di quei ragazzi che si “ribellano”,e come già detto, non lo faccio perchè con lui ho 4 o 5,ma perchè la sua matematica non è completamente esatta.. Per quanto riguarda la questione del membro interno, era più comodo per noi se stavamo zitti,e se facevamo ribellare solo le classi dal primo al quarto, in modo da non inimicarci il professore.. In più, nessuno ha mai detto che il professore non è diligente, o puntuale…può preparare tutte le lezioni che vuole a casa,ma se gli esercizi che lui svolge sul suo quaderno sono sbagliati,e il più delle volte i risultati non si trovano,non è colpa di noi alunni!!..i nostri quaderni sono pieni di cancellature..esercizi fatti e rifatti 3 o 4 volte..sono pieni di frasi dette dal professore che citano: forse non si trova perchè ho dimenticato un numero “per strada”, oppure un segno;è inutile continuare l esercizio,tanto da qui è facile…eccecc..non sto qui ad elencare le frasi che dice.. PRIMA DI PARLARE, INFORMATI!!!…

    Mi piace

  2. Partendo dal presupposto che Scarinzi non è l’unico problema del Liceo di Foglianise, sarà anche vero che questi è diligente, puntuale, che prepara le lezioni a casa, ma questo non implica che conosca bene la materia e che soprattutto riesca a trasmetterla ai suoi alunni.

    Mi piace

  3. Accidenti! Tante parole per non dire assolutamente niente.
    Tralascio la storia della vita dell’autore – non mi interessa – e vado sui tassisti che hanno tutto il diritto di scioperare – c’è un articolo di legge che lo sancisce – anche se l’autore non condivide le ragioni dello sciopero. Evidentemente non è un tassista. Entrando nel merito, io non sono mai stato uno studente del Prof. Scarinzi ne mai l’ho conosciuto – sono sicuro è una bravissima persona – ma già qualche anno fa ho saputo del suo rapporto turbolento con la matematica. Non avevo elementi, però, per giudicare vere o false quelle voci ma qualcosa è cambiato: qualche giorno fa è venuto da me un ex studente del Prof. Scarinzi – da un paio d’anni ha finito il liceo e vuole fare l’ennesimo concorso per entrare nell’esercito – per fare delle ripetizioni di matematica. L’ignoranza che ho trovato è stata sconcertante: va bene un po’ di analfabetismo di ritorno ma la situazione che ho trovato è stata ben tragica. Se dovessi valutare il Prof. Scarinzi in base a quello studente il mio giudizio sarebbe molto negativo. Non frequento più il Liceo e non conosco quello che lì succede quindi non mi va di congetturare perchè proprio ora sia scoppiata la protesta, quello di cui sono sicuro è che i malumori covavano da molto tempo.
    Trovo opportuno che l’autora chiarisca i suoi rapporti col Prof. Scarinzi. Come fa a sapere che prepara le lezioni a casa? Lo segue o lo spia? E’ la mamma? Senza chiarire questi aspetti le sue sono solo frasi pretestuose. Inoltre nessuno mette in dubbio che Scarinzi faccia il proprio lavoro, quello che gli viene contestato è che lo fa molto male – c’è molta differenza.
    Si passa alla ricostruzione del fattaccio che già si sapeva. Inutile.
    Infine io non posso citare Shakespeare, che è troppo sopra il mio livello, e allora ricorderò la storia di Bocca di Rosa che, seppur per motivi molto diversi, quando si inimicò le donne del paese se ne dovette andare.

    Mi piace

    • Non credo sussistano elementi di confrontabilità! Il Prof. Scarinzi, infatti, è anzitutto una persona perbene! Pertanto il parallelismo con Bocca di Rosa lascia il tempo che trova! Solo un’elevata propensione all’illusione può continuare a far sperare nei medesimi effetti!
      Per quanto attiene al resto, non posso che prendere atto del fatto che saresti idoneo a stare al suo posto! Imputare l’ignoranza dei ragazzi al professore ti rende sicuramente all’altezza della platea.

      Mi piace

  4. AL VIRGILIO DI FOGLIANISE I DOCENTI ATTUALI SONO TUTTI NA’ MASSA E SCIARMATI ! SI NACONDONO DIETRO IL CASO SCARINZI PER NON FAR EMERGERE CHE IN CLASSE NON SO’ BUONI MANCO A GUARDA’ U SILENZIO ! FIDATEVI!!!!!!!!

    Mi piace

    • Ma sei un alunno del liceo??.. supponiamo che non lo sei, di conseguenza non puoi parlare…supponiamo che invece lo sei, forse fai parte di una di quelle classi, dove la maggior parte dei ragazzi sono tutti abbastanza scostumati,senza educazione, che si permettono di rispondere i professori e mancare di rispetto a chi è più grande.. non siamo all’ ASILO dove i professori devono mantenere il silenzio, anzi, i bambini dell’asilo, sono molto più educati rispetto a dei soggetti presenti in alcune classi…si parla di SCUOLA SUPERIORE, dove i ragazzi in teoria dovrebbero essere maturi..dovrebbero venire a scuola, non per fare baldoria, ma per imparare qualcosa.. sinceramente con questo commento, hai fatto solo una pessima figura!!..la prossima volta, scrivi qualcosa di più costruttivo..

      Mi piace

  5. @ io…alunna del liceo
    ma sei un’alunna del liceo???…supponiamo che (tu) lo SIA…e che si parli di SCUOLA SUPERIORE! sicuramente non dovete andare all’ASILO ma in PRIMA o SECONDA ELEMENTARE ad IMPARARE i CONGIUNTIVI si!!!!
    troppo facile usare una persona (valida o non valida) per coprire gli ORRORI di un complesso scolastico come quello di Foglianise!

    Mi piace

  6. Ma non ci vorrebbe molto a chiedere nella cerchia dei suoi parenti, ke ben lo conoscono ki sia e quanto valga (eccetto ke alla moglie, naturalmente )

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...