Annullati i 10 giorni di sospensione al prof severo. Scaduti i termini per irrogarlo dice il giudice

da Il Vaglio.it.

Per il magistrato del lavoro Maria Caroppoli, il ritardo del dirigente Pasquino nella notifica non è scusabile. E nel merito aggiunge che il provvedimento preso contro il docente di matematica Antonio Scarinzi è previsto per casi molto più gravi.
I dieci giorni di sospensione dal servizio inflitti ad Antonio Scarinzi, professore di matematica e fisica del liceo scientifico di Foglianise, il 5 marzo scorso dal dirigente scolastico di detta scuola, sono stati irrigatiati in maniera illegittima e il provvedimento per ciò è stato annullato.
Lo ha deciso il 2 maggio il giudice del lavoro del Tribunale di Benevento, Maria Caroppoli, che ha accolto in pieno la richiesta del docente ricorrente, assistito dagli avvocati Maria Cristina Callisto e Ferdinando Di Cerbo, condannando il dirigente Pasquino anche al pagamento delle spese.
Il provvedimento è stato adottato fuori dal termine previsto, venti giorni, un termine perentorio non osservato dalla dirigente che l’ha posto in essere in ritardo.
Al docente viene rimproverato di essere troppo severo ed esigente verso gli alunni. Nel luglio scorso in un classe, la IV A, in sede di scrutinio Scarinzi ha portato un solo discente con la sufficienza nella sua materia.
Successivamente, in data 13 dicembre, il dirigente aveva chiesto al dirigente di attivarsi energicamente affinché la classe rispondesse in maniera positiva all’insegnamento, ma si è deciso solo il 7 gennaio alla contestazione formale.
In tal modo quando il provvedimento è stato notificato a Scarinzi, il 27 gennaio 2012, data in cui i venti giorni, dai quali il dirigente era venuto a conoscenza del comportamento reputato illegittimo, erano abbondantemente passati, sia dal 13 dicembre e ancor più dagli scrutini di luglio.
La Caroppoli ha anche spiegato nel provvedimento il perché tale termine debba essere considerato perentorio e non ordinatorio. Semplificando, soprattutto perché non si può tenere il lavoratore in una situazione di incertezza, rispetto al possibile provvedimento disciplinare ai suoi danni, e perché l’inutile passare del tempo potrebbe ingenerare una convinzione generale della giustezza del procedimento avviato.
Avendo le ragioni formali valore assorbente ai fini della decisione, il giudice Caroppoli poco scrive nel merito della sanzione adottata e pur tuttavia aggiunge che, in dipendenza dell’importanza del ruolo educativo e del delicato rapporto tra docenti e alunni, il provvedimento di sospensione adottato dal dirigente Pasquino nei confronti di Antonio Scarinzi non appare in linea con quanto previsto nell’articolo 95 del Contratto collettivo nazionale di lavoro della scuola che, nell’ottica del rispetto del principio di gradualità e proporzionalità delle sanzioni, limita tale reazione (la sospensione per dieci giorni dal servizio) a ipotesi tipiche di più grave entità.

Annunci

One thought on “Annullati i 10 giorni di sospensione al prof severo. Scaduti i termini per irrogarlo dice il giudice

  1. ……….Tanto scrivere nei mesi scorsi sul Blog…ADESSO SILENZIO ASSOLUTO !!!!! ??????????? Forse qualche paresi linguale ???? Ditemi …ditemi…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...