Valle Vitulanese: tentata estorsione ed incendio ad auto

da NTR24

Ordinanza di custodia cautelare in carcere per il pregiudicato beneventano Luigi Romano di 46 anni. Il provvedimento è stato eseguita all’alba di questa mattina in casa dell’uomo dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montesarchio.

Tentata estorsione continuata: questo il reato contestato dalla Procura della Repubblica del capoluogo sannita e condiviso dal Giudice per le Indagini Preliminari che, nell’emettere il provvedimento restrittivo, ha accertata la pericolosità del 46enne nel commettere ancora questo tipo di reato.

Nell’estate 2011, infatti, i carabinieri hanno sviluppato un’attività info-investigativa nella valle vitulanese, in particolare fra gli imprenditori ed i commercianti. Hanno raccolto, dunque, “segnalazioni”, confidenze e, in breve, una formale denuncia.

Un imprenditore ha dichiarato inoltre di aver ricevuto telefonate dal contenuto estorsivo, nelle quali si invitava “a mettersi a posto”, a “fare quello che deve fare”, ad evitare che altri “risolvano” la questione.

Nella telefonata l’uomo dichiarava anche di avere in corso la realizzazione di un’opera pubblica ed è apparso subito chiaro che l’estorsore era alla ricerca di una “provvigione” per il sereno completamento dei lavori.

Immediato dunque l’avvio delle indagini che, anche grazie all’ausilio di attività tecniche, ha sortito  esito positivo: il 46enne Romano è stato individuato quale responsabile delle telefonate, reiterate nel mese di agosto 2011 nel vano tentativo di ottenere denaro dalla vittima, che però non si è lasciata intimorire. Dopo le formalità di rito, il pregiudicato beneventano verrà trasferito presso la Casa Circondariale di Capodimonte.

In fiamme a Campoli del Monte Taburno una vettura di proprietà di C.R., casalinga 31enne di Foglianise. L’incendio è avvenuto nella tarda serata di ieri in via San Nicola Vecchio, dove l’auto era parcheggiata.

Il veicolo è stato completamente distrutto. Secondo le prime indiscrezioni, sembrerebbe che l’episodio sia di natura dolosa e possa essere riconducibile a questioni di natura privata.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Bonea che hanno provveduto allo spegnimento del rogo, oltre ai militari della locale stazione carabinieri e del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Montesarchio per il sopralluogo e le indagini del caso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...